CAPRI– La Stella Michelin Cristina Bowerman, tra le più apprezzate chef italiane, inaugura le cene d’autore al ristorante Ziqù di Villa Marina Capri Hotel&Spa, il raffinato boutique hotel affacciato sulla baia di Marina Grande.

Per la prima volta sull’isola azzurra, Cristina Bowerman proporrà la sua cucina originale, frutto delle diverse esperienze maturate in giro per il mondo, in dialogo e confronto con la cucina dello chef resident Manuele Cattaruzza. Il menu preparato a quattro mani combina la cucina creativa di Cristina che non è estranea a contaminazioni fusion pur nel recupero delle tradizioni locali, con quella di Cattaruzza, friuliano di origine e caprese di adozione.La serata si apre con l’aperitivo servito in giardino e a bordo piscina con i finger tartellette ripiene di burro di arachidi e sedano e  prosciutto e melone (creazione della Bowerman) tartare di tonno e  granita di moijto  e un ragù al cucchiaio con una purea di patate e  totani e leggermente scottati (di Cattaruzza). A tavola l’antipasto è della Bowerman: ceci di Spello, tahini di sesamo, gamberi rossi e bianchi locali e lime.  In abbinamento  per l’aperitivo e antipasto il Brut Franciacorta Contadi Castaldi.  Il primo piatto è di Manuele Cattaruzza: il raviolo Caprese in abbinamento a Furore Bianco Marisa Cuomo 2015. Il pesce bianco locale sarà interpretato da Cristina con salsa di tonno affumicato, glassa alla soia e arancia servito con mini- zucche arrostite in abbinamento a Viognier IGT Toscana di Vini del Mare Belvento. Infine il dolce dello executive chef di Ziqù: pesca e pistacchio, in abbinamento a Ferrari Demi Sec.Provocatoria e spiazzante, ma sempre riconoscibile e gustosa, la cucina di Cristina Bowerman sa far dialogare – in un mix interessante – globale e locale, contemporaneità e tradizione. Originaria di Cerignola (Foggia), laurea in Giurisprudenza, nel 1992 lascia la Puglia per gli Stati Uniti, con destinazione San Francisco.  Nel 1998 si trasferisce ad Austin, dove consegue la laurea in Culinary Arts. Approda a Roma nel 2006 per condurre Glass Hostaria a Trastevere – con cui arriverà la stella Michelin- Romeo Chef & Baker (2012) e il nuovissimo Romeo a Testaccio Market. Oggi è considerata una delle chef più interessanti dell’alta cucina e della scena gastronomica nazionale e internazionale. La sua cucina è contemporanea, creativa, sorprendente in ogni suo aspetto: «non voglio essere statica, mi piace evolvere senza perdere il divertimento e la creatività».Manuele Cattaruzza prima di approdare a Capri ha girato il mondo: Londra (Mandarin Oriental Hyde Park Hotel, Le Gavroche, The Halkin), Dublino, New York (dal leggendario Sirio Maccioni al ristorante “Le Cinque 2000”), Francia (Les Jardin des sens) e India.  La sua cucina si basa su un concetto essenziale: “semplice, buono e bello”. Semplici e buoni sono i sapori e i profumi dell’isola e del Mediterraneo più in generale, la bellezza è nei piatti che costruisce ogni giorno con passione e garbo creativo.

Villa Marina Hotel: Lusso discreto, attenzione ai dettagli, amorevole cura degli ospiti restano le linee guida dell’albergo che si distingue da tutti gli altri 5 stelle di Capri per la sua vocazione storico-letteraria. Immerso in un parco secolare, la villa offre 22 suite, tutte diverse e lussuosamente arredate, dedicate ai personaggi che nel corso del Novecento hanno vissuto Capri, dal Futurismo al secondo Dopoguerra: da Filippo Tommaso Marinetti a Pablo Neruda, da Axel Munthe a Charles Caryl Coleman, da Krupp a Gracie Fields. Il ristorante gastronomico Ziqù, la Spa Stai, la piscina panoramica e il giardino mediterraneo arredato come un salotto open air, la personal maid per disfare il bagaglio sono alcuni dei servizi che completano l’offerta luxury di Villa Marina Capri Hotel& Spa.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments