NAPOLI (Di Giulia Sferrazzo) – Un cornetto completamente nero, avvolto da una teca fatta a mano e rinchiuso in un packaging realizzato dall’azienda “Starpack” apposta per l’occasione. È questo il nuovo progetto della pasticceria di Rocco Cannavino, il pastry chef conosciuto da tutti come Zio Rocco.

Lo scorso 28 novembre l’annuncio sui social del negozio, un video in cui viene mostrata la realizzazione del cornetto e in cui viene raccontato il progetto. Il croissant, il primo stellato che Zio Rocco produce, nasce da una collaborazione con lo chef Francesco Simone Sodano e Marco Ferrigno, il maestro presepiale che si è occupato della creazione della teca, ispirata alla Natività.

Tra gli ingredienti, il carbone vegetale, usato per l’impasto e che rende nero il cornetto, una farcitura di crema al latte ai limoni vesuviani e una marmellata acida ai limoni, completamente nera poiché ossidata, e ispirata al “Risotto al limone nero” dello chef Sodano. Al di sopra vi è una cenere commestibile anch’essa ispirata a un piatto dello chef stellato.

Il prodotto è stato chiamato “Magma”, un nome che riporta all’ispirazione avuta per la sua realizzazione: il Vesuvio. Il colore nero, presente sia all’esterno che all’interno del dolce, riporta infatti alla terra nera che è possibile trovare sul vulcano.

Ma il video, pubblicato sulla varie pagine social, ha creato non poche polemiche, tutte incentrate sul prezzo del prodotto.  Sarà infatti possibile acquistarlo per 100€, una cifra non da poco e che ha suscitato disappunto. Numerosi i commenti di critica dei clienti della pasticceria, che hanno sottolineato come con un prezzo del genere, molte persone, non potranno acquistare la nuovissima creazione. Altri commenti invece, suggeriscono al pastry chef di realizzare più cornetti e non i soli 20 annunciati, a un prezzo inferiore, in modo da accontentare anche chi non può comprarlo, ma che ci terrebbe comunque ad assaggiarlo e a sostenere la causa benefica a favore dell’associazione “Tabita Onlus”, che si occupa dei senzatetto del territorio partenopeo.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments