maglione_pizza_dolce

TORRE DEL GRECO (di Fosca Tortorelli) – Felice conclusione per il Pizza Dolce Contest, ideato da Ciro Di Giovanni, patròn della Pizzeria Magma delle Piscine Sakura di Torre del Greco, in collaborazione con Azienda Agricola Giolì, Azienda Agricola Torretta e Fina Vini. La pizza dolce, sempre più presente nei menù delle pizzerie sta stimolando tantissimo l’estro dei pizzaioli e confermando la sua versatilità e la sua piacevolezza come inusuale fine pasto. Segno e contributo importante è stato quello della Guida alle Pizzerie d’Italia del Gambero Rosso, che dall’edizione 2018 ha inserito questa categoria tra i premiati. In occasione di questo contest sono stati coinvolgere blogger e professionisti, dando spazio alla creatività e stimolando la curiosità dei partecipanti.

Durante la mattinata del 22 ottobre la giuria composta da Ciro Di Giovanni ,Claudio de Siena (pizzaiolo resident della Pizzeria Magma) e Marina Alaimo, giornalista enogastronomica e comunicatrice di esperienza, ha deliberato i vincitori del contest; scelta non facile, viste le tante golose ricette arrivate.

Il primo premio è andato ex aequo al pizzaiolo Giuseppe Maglione e alla blogger Ornella Buzzone, che sul suo Fatto in Casa è più Buono vanta un grande seguito con ricette e i racconti delle tantissime esperienze nel mondo del food. Giuseppe Maglione, pizzaiolo di Daniele Gourmet di Avellino, ha presentato una pizza che è una vera e propria poesia finanche dal nome: Innamorarsi sul Vesuvio, dedicata all’albicocca del Vesuvio (presidio Slow Food), usata in confettura insieme alla crema al burro ed i frutti di bosco su un goloso impasto al cacao. Anche Ornella Buzzone ha giocato sull’impasto al cacao, con la sua pizza Da Caserta al Cilento, arricchita dai deliziosi fichi bianchi del cilento, ricotta di bufala casertana, confettura di fichi del Cilento, rosmarino e bucce di arancia candite.
Anche il secondo posto ha avuto un ex aequo, cha in questo caso ha visto premiare un professionista del settore e un blogger; Anna Chiavazzo, pastry chef della pasticceria Il Giardino di Ginevra di Casapulla (CE) e Francesca Pace, food blogger titolare di Francesca e il suo Blog.

Anna Chiavazzo ha conquistato la giuria con la sua pizza dolce ‘I te vurrìa vasà, una pizza che parla il linguaggio esplosivo e vulcanico della terra vesuviana attraverso l’uso dei pomodorini del piennolo del Vesuvio dell’Azienda Agricola Giolì. Proposti in versione candita al pepe verde e limone, idea di successo che da qualche anno produce in barattolo ed etichetta, che hanno accompagnato una ganache di cioccolato all’olio extravergine di oliva delle Colline di Salerno dell’Azienda Agricola Torretta, la ricotta di bufala, zeste di limone e foglie di malvarosa. Francesca Pace, ha invece proposto una pizza dolce ai frutti rossi, con confettura di aglianico, uva, ribes, pera, pinoli e olio extravergine di oliva delle Colline di Salerno Torretta. Alla giovane blogger è stato consegnato come premio il logo per il suo blog, disegnato da Fa.Ma grafic design – comunicazione & eventi di Marina Alaimo.

Terza e ultima premiata è stata Giovanna Voria, titolare dell’Agriturismo Corbella in Cilento, una persona che ha fatto tanto e continua a farlo per il territorio campano e cilentano in primis, ben nota per aver recuperato le tante ricette tradizionali di questa terra antica, per essere coltivatrice diretta di molte varietà orticole e frutticole cilentane e in modo particolare di ceci, quelli della sua Cicerale oggi richiestissimi sul mercato grazie al suo impegno. Ambasciatrice della Dieta Mediterranea nel mondo, ha realizzato la sua Pizzaroce del Cilento, partendo dalla sua ricetta recuperata tra quelle di famiglia con pomodorini gialli e rossi cilentani canditi, limone e nocciole di Giffoni.

Al contest hanno inoltre partecipato: la scuola alberghiera Vittorio Veneto di Scampia, Mimmo De Gregorio di Osteria Lo Stuzzichino di Sant’Agata sui due Golfi e Ambasciatore della Cucina Italiana, Consiglia Caliendo chef e patron del ristorante La Lanterna di Somma Vesuviana per la categoria gluten free nella quale è specializzata. I blogger: Fabio D’Amore di Assaggi di Viaggio, Michela Festa di Le Torte di Michy, Valentina Cappiello di La Ricetta che Vale, Evelina Bruno scrivere.it, Angela Sposito di Cucinando con Gioia, Maria De Santo bionditudine.it, e In Cucina con Dori di Martina Basso.
A tutti i vincitori è stato consegnato in premio il piatto Pizza Dolce Contest per Pizzeria Magma e un pacco con i prodotti delle aziende sponsor, l’olio extra vergine di oliva Torretta, i pomodorini Giolì e il vino Bianco Dolce da vendemmia tardiva El Aziz delle Cantine Fina, dal territorio di Marsala. Un piacevolissimo vino dolce prodotto con uva grillo in purezza, che è stato degustato per l’occasione sulle pizze dolci preparate in questa giornata di premiazione.

Ma le soprese non sono finite qui, infatti anche Claudio de Siena, pizzaiolo della pizzeria Magma ha a sua volta presentato la sua pizza dolce, la San Giuseppe, una golosità che ha conquistato velocemente la clientela della pizzeria. L’idea è partita proprio dalla tradizionale zeppola, preparando un delicato boccone di pizza fritta, arricchito da una leggera crema pasticcera, amarene e menta fresca.
I premi sono stati consegnati da Giuseppe Giorgio, giornalista del Roma e collaboratore della Guida Pizzerie d’Italia Gambero Rosso, da Salvio Parisi, giornalista e fotografo del Mattino e da Fosca Tortorelli, giornalista enogastronomica e Master Sommelier Alma.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments