NAPOLI (di Roberta Porciello) – Una fruttuosa collaborazione di Antica Distilleria Petrone con Giugiaro Architettura, ha visto la nascita del bicchiere “Bufala”, ispirata alla Campania, alla terra casertana dove la bufala la fa da padrona; ed è proprio alla testa della bufala che è ispirato il bicchiere.

Ed ora la grande famiglia dei liquori di casa Petrone saranno accomunati dal loro bicchiere di degustazione, identità di un prodotto e identificazione di una zona.

La presentazione ufficiale del bicchiere “Bufala” si è trasformato in un grande evento, nella magnifica cornice della Reggia di Caserta. Dove la Casa del Giardiniere di Corte “Sir John Andrew Graefer” all’interno del Giardino Inglese, si è trasformato in un percorso di gusto e di eccellenze Made in Campania. Sapori e odori avvolgevano quelle antiche pareti di solito chiuse al pubblico, un evento dall’elevato valore simbolico, tale palazzo è situato all’interno del settecentesco Giardino Inglese da cui provengono le erbe e le essenze impiegate dall’Antica Distilleria Petrone per realizzare l’AmaRè, il primo e unico “amaro della Reggia”.

Abbiamo potuto assaggiare i prodotti di punta campani con i Consorzi di tutela della mozzarella di bufala campana Dop, della ricotta di bufala campana Dop e della melannurca campana Igp, nonché l’OP Domitia Felix e le aziende agricole Domenico De Lucia, Cosmo Di Russo e Le Campestre.

Abbiamo assaggiato lo strepitoso risotto dello chef Paolo Barrale, il bicchierino di gusto di Andy Luotto e il piatto di Mattia Poggi, mentre per la parte dolce ci hanno coccolato Nino Cannavale, Helga Liberto, Casatiè Petrone 1960, Profumo di Pane, Cuori di Sfogliatelle e Pasticceria Benito.

I vini proposti degustazione, serviti dai sommelier dell’AIS Delegazione di Caserta, del Consorzio VITICA e delle aziende Feudi di San Gregorio e Le Manzane.

La giornata non poteva che concludersi in bellezza con la visita guidata tra i viali e lo splendore naturalistico del Giardino Inglese e alle Tombe sannitiche chiuse da circa 15 anni e in apertura straordinaria per l’occasione.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments