NAPOLI – Sono molte le attività da fare coi bambini approfittando delle belle giornate, non solo in estate ma anche in inverno

Per divertirsi coi bambini non serve molto ma attrezzarsi per bene è utile per assicurare tanto spasso e divertimento. Ci sono alcune attività intramontabili che piacciono a grandi e piccoli, mentre altre sono perfette per scoprire tecniche nuove per dare sfogo alla creatività. Qui vi proponiamo una serie di suggerimenti e consigli per allestire una spassosa giornata all’aria aperta.

I grandi classici
Ci sono giochi che non passano mai di moda. Ci giocavano i genitori e i nonni prima di loro. Sono attività semplici ma molto coinvolgenti e la lista è quasi infinita. Si può trovare ispirazione chiedendo agli anziani cui farà piacere spolverare i ricordi della loro infanzia.
Oppure si può puntare agli intramontabili: nascondino, il gioco del fazzoletto, strega comanda colore. Sono giochi talmente famosi che non ci sarà nemmeno bisogno di cercare su Google le regole, perché praticamente le conoscono tutti!

Il pic-nic
Che si tratti di un intero pranzo o di una merenda sul prato, all’aperto bisognerà pur mangiare. Del resto l’aria aperta fa venire un grande appetito. Per essere certi di coinvolgere al meglio i bambini bisognerà curare i particolari. Quindi è bene scegliere i piatti adatti al contesto. In base ai gusti si potrà puntare agli intramontabili sandwich conditi come piace di più. Al posto del solito prosciutto cotto e formaggio, si possono provare delle varianti buffe. Qualche esempio: l’insalata russa con la verdura tagliata in piccoli pezzi, il salmone col tipico colore acceso e vivace, verdure crude tagliate a fette sottili come pomodori, cetrioli, finocchio.
Succhi, meglio se freschi e fatti in casa con l’estrattore, e qualche dolcetto completano la merenda. Importante curare anche i particolari scegliendo piattini, posate e bicchieri colorati da apparecchiare sulla classica tovaglia da stendere in terra.

Le corse
Dentro i sacchi, in coppie, a ostacoli, con percorsi da strutturare fino al traguardo. Anche sulle corse esiste un ricco campionario di scelte possibili. I vantaggi di giocare all’aperto in questo modo sono ovvi: si cade sempre sul morbido se si ha a disposizione un prato ordinato, c’è più margine di movimento e spazio per consentire a tutti di partecipare senza dover aspettare il proprio turno.

Laboratori di pittura
Quelli di Hervé Tullet sono, tra i più recenti, quelli che ottengono maggiore consenso. Si tratta di coinvolgere i bambini intorno allo stesso foglio di grandi dimensioni e guidarli nell’esecuzione di un disegno. L’animatore suggerisce le forme da disegnare, la loro dimensione e gli strumenti con cui eseguire i tratti. Sono laboratori adatti ai bambini di tutte le età perché non servono competenze specifiche ma solo la voglia di divertirsi. In più, di solito, si fanno a ritmo di musica per scaldare gli animi.

Mandala con elementi naturali
In natura si possono realizzare grandi opere d’arte come i mandala. L’animatore dovrà avere la pazienza di raccogliere in anticipo quantità sufficienti di materiali per realizzare il disegno concentrico. Oltre alle immancabili foglie di colore diverso, ci possono essere legnetti, sassolini, bacche e ghiande, gusci di lumaca, piume e esoscheletri di insetti.

Escursioni in montagna
Una bella passeggiata su in montagna è perfetta per riempire le giornate. I sentieri sono segnalati e quindi è possibile avventurarsi da soli seguendo le indicazioni. Chi non se la sente può ricorrere all’aiuto delle guide che conoscono il territorio montano. Le associazioni di promozione del territorio propongono attività speciali, come escursioni con mezzi speciali come il quad, il fuoristrada, oppure un originale gita sul dorso del mulo.

Coltivare l’orto
Chi ha la fortuna di poter contare su un po’ di spazio all’esterno della casa dovrebbe approfittarne per coltivare il proprio cibo. Che si tratti di erbe aromatiche o di più strutturati ortaggi, la scelta è varia e permette grande varietà.
Un orto coi bambini si può realizzare in tanti modi. A partire dal seme, da piantare in un batuffolo di cotone per vederne crescere radici e germogli, oppure dagli scarti delle verdure come la lattuga, il sedano o la cipolla.

Concerto en plein air
Al chiuso l’acustica non sempre è quella ideale, ma all’aperto si può dare sfogo alla propria vena creativa e comporre marce trionfali. Dopo aver costruito i propri strumenti, tamburi, strumenti a corda, con materiali di riciclo, elastici e pelli ben tese, si potrà dare vita al concerto per soli intenditori.

Giochi con la palla
Non servono regole. Un bambino già sa cosa fare con una palla. Ma se serve qualche idea, allora ancora una volta si può raccogliere a piene mani dai giochi della tradizione: palla avvelenata, palla prigioniera, passaggi, calcio, pallavolo…

Giochi d’acqua
D’estate il costume è essenziale per darsi alla pazza gioia e divertirsi con l’acqua. Un telo di plastica abbastanza grande e spesso e un po’ di sapone saranno ingredienti perfetti per scivolate a regola d’arte.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments