costalli

NAPOLI – Lavoro e giovani al centro della prima giornata della seconda edizione della Active school jobs del Movimento cristiano lavoratori. Iniziativa che si svolge alla Federico II e vede protagonisti anche dell’Università Cattolica di Milano.

I centotrenta giovani provenienti da tutta Italia avranno la possibilità di un confronto anche con i dirigenti Mcl come il presidente provinciale Michele Cutolo, quello nazionale Carlo Costalli, oltre che con istituzioni come il rettore Gaetano Manfredi, il sindaco Luigi de Magistris e il cardinale Sepe nell’Aula Pessina del Dipartimento di Giurisprudenza per affrontare la dottrina sociale della Chiesa spiegata ai giovani.

“Formazione e lavoro sono fondamentali, non serve l’assistenzialismo se non aper qualche ritorno elettorali. Abbiamo bisogno di attenzione, rafforzare le imprese, creare infrastrutture, ricreare speranza per evitare che vadano via i cosiddetti cervelli e anche i tanti giovani che vorrebbero un lavoro normale.

Anche l’Europa sarà importante e bisogna certamente impegnarsi anche per dare nuove risposte ai cattolici guardando alle radici del Partito popolare Europeo”, ha dichiarato Costalli nel corso della giornata di apertura alla quale sono intervenuti tra gli altri Arturo De Vivo, Prorettore Università degli Studi di Napoli Federico II, Lucio de Giovanni, Direttore del Dipartimento di Giurisprudenza e l’ex ministro Claudio De Vincenti.

“L’iniziativa ha lo scopo di sensibilizzare i giovani, le nuove leve verso i principi della dottrina sociale della Chiesa quali: onestà nel lavoro, legalità, solidarietà, bene comune in una società dove l’egoismo e individualismo la fanno ormai da padroni e dove i giovani sono sempre più disorientato. Ecco perché necessita una azione positiva e lungimirante per riconquistare l’uomo e le donne con principi sani e propositivi per accrescere il bene comune unica panacea per il futuro della nostra società”, ha concluso Michele Cutolo.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments