NAPOLI – Apriamo le finestre- Sciorinate!” (sciorinare v. tr. [affine a sciorare, o der. di questo]. – Stendere, spiegare all’aria, spec. panni lavati per farli asciugare; dispiegare, aprire.

Per estensione, mettere in mostra, far vedere o far conoscere) è un incitamento a reagire, a riempire con ogni forma d’arte, come alcuni stanno già facendo, uno dei pochi spazi che, ora, ci permette di entrare in contatto con gli altri, seppur a distanza: le nostre finestre.

E’ un progetto nato da un’idea di Francesca Lugnano e sostenuto e promosso nei suoi primi passi da Roberta Fuorvia, per “illuminare” le mura e i palazzi della città(di Napoli in questo caso,ma potrebbe accadere in ogni città d’Italia e non solo)quando la sera tutto si spegne e si svuota.

E’ una “chiamata ai balconi” che dalla scorsa settimana ha visto coinvolti per lo più fotografi e video makers , a cui è stato chiesto di puntare i propri proiettori fuori dalle finestre di casa e cimentarsi in un video mapping improvvisato con i propri lavori o mettendosi a disposizione per proiettare materiale altrui, in uno scambio reciproco.Una proiezione a cui si può assistere insieme, seppur ognuno dalla propria finestra.

E’ la ricerca di una modalità di incontro che non passi solo attraverso internet, ma che mantenga un’idea di comunità reale. Il progetto si sta ora evolvendo in una chiamata per performances live di vario genere(teatro,musica, danza,e chi più ne ha proponga); ognuno è chiamato a partecipare usando le proprie competenze e il proprio mestiere, a sbizzarrirsi nel trasformare le proprie finestre, i balconi, i terrazzi in palchi, ateliers , gallerie, sale cinematografiche e quant’altro.

L’obiettivo è creare una mappa interattiva con tutti gli appuntamenti, performances live e proiezioni, in tutta la città che tutti possano consultare e aggiornare.

Tenendo delle linee guida fondamentali per garantire il rispetto e la sicurezza di tutti, che figurano nel testo della “chiamata ai balconi”(visionabile sulla pagina “Apriamo Le Finestre – Sciorinate”).

Dice Francesca, l’ideatrice del progetto:”E’ un esperimento, che spero possa essere la dimostrazione che è possibile fare cose belle anche in situazioni come questa, con responsabilità e senso civico.In fondo è quello a cui dovrebbero servire i nostri mestieri:creare soluzioni”.

Per aderire al progetto, proponendo la propria finestra come punto di proiezione(nel caso si possegga un proiettore), una performance live o materiale video, è possibile visitare la pagina “Apriamo le finestre – Sciorinate”( https://www.facebook.com/apriamolefinestresciorinate/ ) o scrivere all’indirizzo e-mail: apriamolefinestresciorinate@email.com .

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments