NAPOLI – Creazioni di Cesare Attolini, Domenico Caraceni, Ugo Cilento, Kiton, Maurizio Marinella, Mariano Rubinacci sono esposte nella nuova area museale dedicata dalla Fondazione Mondragone alla sartoria maschile che è stata visitata dal presidente della Giunta regionale della Campania, Vincenzo De Luca, che ha parlato della sartoria come di “eccellenza italiana”.

Accolti dal commissario straordinario della fondazione Maria D’Elia, hanno discusso sul futuro del settore, insieme a Cristina Cennamo, il vicepresidente di Sistema Moda Italia Carlo Palmieri e gli imprenditori Ugo Cilento, Maurizio Marinella e Mariano Rubinacci.

Ed è stato proprio Maurizio Marinella a lanciare un grido d’allarme: pochi giovani ora si avvicinano a queste attività.

Tra gli abiti esposti anche uno del 1943 appartenuto all’avvocato Gianni Agnelli, dinanzi al quale De Luca si è a lungo soffermato. Un museo che, ha sottolineato il commissario straordinario della Fondazione, Maria D’Elia, si vuole sempre di più aprire alla città. Nel corso del suo intervento il presidente De Luca ha ricordato Ciro Paone, lo stilista napoletano fondatore del marchio Kiton, recentemente scomparso.

“Mi è capitato di incontrarlo nel suo stabilimento, era una bella figura – ha aggiunto – che ha avuto un coraggio di investire a Milano, con una scelta che si è rilevata vincente, anche per la visione”.

Soddisfatto Ugo Cilento, uno degli stilisti centenari, dal 1780, di Napoli che precisa: “È un orgoglio particolare quello di aver realizzato le cravatte ufficiali per l’Istituto di ricerca Pascale di Napoli che ha un grande prestigio internazionale e che in questi anni di pandemia si è distinto per aver affrontato in prima linea il Covid e aver studiato terapie adeguate a curare tanti malati.

Un contributo di eccellenza il nostro con la consueta artigianalità dei prodotti realizzati: una cravatta e un foulard realizzati a mano con il logo dell’istituto di ricerca Pascale di Napoli e sul codino tre operatori sanitari con i colori della bandiera italiana a rappresentare l’unità del nostro paese in questo difficile momento nel quale le grandi eccellenze nella sanità come il Pascale e nella moda con la Mason Cilento si uniscono per il bene dei cittadini.

Lo ha dichiarato Ugo Cilento, ottava generazione della Maison Cilento 1780”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments