NAPOLI – Un altro colpo messo a segno da ASSO FIERE, dopo essere stata di impulso per la pubblicazione della Legge Regionale sulle fiere e l’apertura del bando della Camera di Commercio di Napoli, aderendo al “Progetto di valorizzazione del sistema fieristico nazionale” promosso dal Ministero dello Sviluppo Economico, arriva anche il riconoscimento dell’Istituto di certificazione dati statistici Fieristici per il riconoscimento di Fiera Internazionale.

Il prestigioso riconoscimento di Internazionalizzazione, consentirà quindi, a tutti gli espositori della fiera Tutto Sposi di poter accedere ai fondi SACE SIMEST, società per azioni del gruppo Italiano a partecipazione pubblica della cassa Depositi e prestiti che finanziano la partecipazione di PMI alle fiere Internazionali.

Nello specifico potranno essere finanziati progetti per un importo massino di 150.000,00 ad azienda di cui il 40% sarà a fondo perduto ed il restante 60% rimborsabile con finanziamento agevolato in 48 mesi di cui 12 in preammortamento.

Una occasione unica -dichiara il presidente di ASSO FIERE, Lino Ferrara- per rilanciare, attraverso Tutto Sposi, tutta la filiera del Wedding, che nella sola Regione Campania fatturava 2.7 MLD di euro prima dello stop dovuto alla emergenza sanitaria della pandemia.

Un team di consulenti è pronto ad incontrare gli imprenditori che parteciperanno alla prossima edizione di Tutto Sposi in calendario alla Mostra d’Oltremare dal 22 al 30 Ottobre 2022 per guidarli in tutte le procedure di ammissione ai fondi ampiamente rifinanziati, quest’anno dal PNRR, fino alla sua erogazione.

Oltre al costo espositivo in fiera sono ammessi anche i costi di trasporto allestimento, promozione pubblicitaria e consulenze per la partecipazione alla fiera, il Sistema Fieristico Italiano –conclude Lino Ferrara- è di fondamentale importanza per il rilancio, oltre che della SAttività Produttive anche di tutta la filiera Turistico ricettiva.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments