donatori-sangue

napoli – È ancora emergenza sangue in Campania dove le emoteche dei centri trasfusionali rischiano di restare a secco.

Sono, infatti, ancor numerosi gli appelli lanciati dal personale medico, dalle direzioni degli ospedali e dalle varie associazioni per sensibilizzare la cittadinanza ad effettuare donazioni di sangue, soprattutto per poter aiutare pazienti che hanno bisogno di continue trasfusioni, come i talassemici, o i piccoli pazienti dell’ospedale pediatrico di Posillipo Santonobo-Pausilipon.

Sensibile alla questione, avendo già lanciato numerosi appelli e partecipato in prima persona a diverse iniziative, essendo anche un donatore abituale, è il Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli che con il conduttore radiofonico Gianni Simioli nelle scorse settimane aveva dato appuntamento ai cittadini al Santobono-Pausilipon per donare il sangue.

“In Campania si registra un numero di donazioni ben al di sotto della media nazionale, c’è molto da riflettere. Riceviamo spesso appelli, che poi condividiamo, su emergenze mediche e bisogno impellente di sangue però occorre capire che bisogna intervenire prima che si creino queste emergenze. Donare il sangue deve diventare un atto d‘amore dovuto verso la comunità. Il problema è che manca il senso di solidarietà, non ce n’è neanche per i bambini, e si pensa di lanciare l’allarme solo quando è coinvolto un nostro familiare, amico o conoscente. Bisogna donare sempre. E poi, egoisticamente parlando, con una donazione si ha diritto ad analisi del sangue gratuite, colazione e in più, che non guasta mai, si viene premiati con quella sensazione di aver fatto del bene. Tutto questo con un quarto d’ora del nostro tempo.”- l’appello di Borrelli e Simioli.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments