NAPOLI – Arrivate a Napoli le nuove scorte di vaccino anti-Covid Pfizer. Si tratta di 5 mila dosi su 34 mila.

Le prime dosi sono già state trasportate agli ospedali di Ariano Irpino e al San Pio di Benevento, dove il farmaco una volta scongelato potrà essere somministrato.

Le consegne proseguiranno domani, 12 gennaio, e mercoledì 13 gennaio, fino al raggiungimento del quantitativo di 34mila dosi.

Al termine del primo ciclo sono state già somministrate 68.138 dosi, quantitativo che, nel bollettino del Ministero della Salute, equivale al 101,7 per cento delle 67 mila dosi disponibili.

La Campania, ha deciso di somministrare in mille casi anche la sesta dose contenuta in ogni flacone di vaccino Pfizer, scelta “che potrà avvenire anche in altre regioni”, precisa il ministero.

Secondo le indicazioni dell’AIFA Agenzia Italiana del Farmaco si può somministrare la dose aggiuntiva utilizzando siringhe adeguate e comunque mai mescolando residui di flaconi diversi.

IN ARRIVO ANCHE IL VACCINO MODERNA

Arriverà domani, con 47mila dosi in consegna, il primo carico di vaccini della casa farmaceutica Moderna destinato all’Italia. Lo stock giungerà a Roma e sarà portato all’Istituto Superiore di Sanità, per poi essere distribuito in alcune Regioni. Per questo primo lotto si sta valutando l’ipotesi di una consegna alle Regioni ‘virtuose’, ovvero quelle che in questa fase riescono a smaltire, attraverso un numero elevato di somministrazioni, più rapidamente le dosi.

Le consegne del vaccino anti-Covid Moderna “agli Stati membri dell’Unione Europea e dell’area economica europea iniziano lunedì 11 gennaio 2021”. Lo comunica la stessa azienda Moderna precisando che “tutte le consegne del COVID-19 Vaccine Moderna verranno gestite da Kuehne+Nagel, società leader mondiale della logistica, e partiranno dai suoi hub centralizzati in Europa”. Dan Staner, vice presidente e direttore della regione Emea per Moderna, ha dichiarato che “si tratta di un traguardo davvero emozionante, e siamo orgogliosi del ruolo che il vaccino di Moderna svolgerà nell’affrontare questa pandemia in Europa”. La distribuzione nell’Unione Europea, ha sottolineato, “è una delle più grandi imprese logistiche che Moderna abbia affrontato da quando è nata dieci anni fa. Provo grande ammirazione per il team dedicato che ci ha portato qui, e sono grato a tutti i partner, i fornitori e la Commissione Europea per il loro aiuto e il loro supporto lungo il percorso”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments