classe-banchi-vuoti-a-scuola-3-2

NAPOLI – “Un grande investimento sul capitale umano delle giovani generazioni. Istruzione e formazione professionale: davvero oggi si cambia passo, questa è la vera lotta alla dispersione scolastica” . Lo ha detto Armida Filippelli assessore regionale alla formazione professionale della regione Campania presentando presso l’aula magna dell’Accademia Liliana Paduano di Napoli il triennio 2022 – 2025 degli IeFP (Il sistema di istruzione e formazione professionale) della Regione Campania. Pronti a partire oltre 40 corsi dalla meccatronica all’informatica passando per la logistica, l’estetica, operatori del benessere, la gastronomia, le arti visive e grafiche, la sartoria e la moda. Chiusa una iniziale fase sperimentale il nuovo bando ha coinvolto 1800 tra ragazzi e ragazze a fronte delle poche centinaia dell’anno precedente. Prossimo obiettivo dell’assessorato è ora quello di allineare l’inizio dei percorsi IeFP a quello dell’anno scolastico, un obiettivo sfiorato di poco quest’anno, facendo partire per la prima volta i nuovi trienni ad ottobre (oltre 40 percorsi dislocati sul territorio), nel 2023 il via sarà a settembre.

“I ragazzi troveranno la strada per realizzare i loro talenti. Potranno proseguire non solo nel lavoro con un diploma professionalizzante o una qualifica, ma, se vorranno, potranno anche proseguire negli studi perchè la formazione è di qualità, quindi potranno arrivare anche alla laurea o intraprendere un percorso di auto imprenditorialità”. Grande varietà di corsi, un ventaglio di proposte di formazione professionale per giovani che hanno abbandonato il percorso scolastico. La Regione Campania è vicina a chi è in difficoltà, perché la lotta alla dispersione si fa cosi, con mezzi e investimenti importanti perché tutti possano partecipare al progresso del Paese e dare il proprio contributo. E’ una vera rivoluzione culturale, i genitori troveranno su “Scuola in chiaro” l’offerta dei corsi di IeFP, potendo iscrivere i propri figli e iniziando l’anno scolastico in parallelo con quello delle scuole”, ha dichiarato Filippelli.

La Regione promuove il successo formativo e la riduzione della dispersione scolastica potenziando la collaborazione con le scuole, ma soprattutto con il mondo del lavoro, prevedendo modalità di apprendimento flessibili (in aula, laboratorio e nelle organizzazioni di lavoro) per risolvere la criticità rappresentata dal mismatch di competenze e capacità da parte dell’offerta di lavoro rispetto alla domanda e alla necessità delle imprese.

Inoltre i corsi organizzati dalla Regione Campania garantiscono piena occupabilità.

“Questa misura – ha commentato il Ceo dell’Accademia Liliana Paduano Carlo Matthey – rappresenta un volano importante per l’economia campana e soprattutto per la crescita culturale delle nuove generazioni. Da imprenditore e da cittadino mi auguro che un domani la si possa estendere il più possibile”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments