NAPOLI – “Ci risulta un Tavolo Decoro urbano e sicurezza istituito nel 2019 e convocato ogni settimana, ma stando al degrado della città sarà rimasto soltanto il Tavolo”. A parlare è il consigliere comunale Marco Gaudini, presidente della Commissione Ambiente, che denuncia lo stato di abbandono in cui versa la gran parte dei quartieri cittadini quanto a verde pubblico, manutenzione di aiuole, giardini e panchine, rifiuti abbandonati, buche e pulizia strade. “È un Tavolo nato un anno fa per aggiungersi, diceva la nota di presentazione, all’attività ordinaria dei servizi comunali e delle partecipate – tuona Gaudini, che durante una serie di sopralluoghi documentati da foto ha potuto verificare lo stato generalizzato di degrado urbano dell’intera città -. Il Tavolo tecnico, peraltro, dovrebbe raccogliere anche le segnalazioni dei cittadini, ma non si sa con quali mezzi, visto che reperire informazioni è un’impresa ardua: non c’è una pagina dedicata del sito del Comune di Napoli (o se c’è, non l’abbiamo trovata, e questo la dice lunga); non si sa chi ne faccia parte; non si sa come sia possibile contattarlo. La cura della città non può essere demandata interamente ai tanti cittadini volenterosi che, singolarmente o riuniti in associazioni, si preoccupano di “adottare” alcune aree della città e provvedere al loro decoro, appunto. Lo abbiamo fatto anche noi tante volte, ma questo tipo di attività dovrebbe essere tuttalpiù di ausilio, non sostitutiva dei doveri dell’Amministrazione. Al contempo, però, ci risulta che ogni settimana il Tavolo del Decoro venga convocato: a chi dobbiamo chiedere cosa si decide in quelle riunioni? Chi partecipa? Chi vigila sul suo funzionamento? Auspico pertanto che il Sindaco e il Direttore generale ci diano risposte chiare e in tempi brevi, aggiornandoci soprattutto sulle attività poste in essere dal Tavolo, per evitare che si riduca a mero strumento elettorale di qualche assessore o di qualche consigliere comunale”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments