NAPOLI – “Il ministro dell’Ambiente Sergio Costa conosce la situazione in cui versa la zona orientale di Napoli. Sono diverse le problematiche di cui abbiamo discusso ieri in un primo incontro per iniziare un percorso in difesa di quel territorio, spesso dimenticato dalle istituzioni cittadine”

Lo afferma Vincenzo Presutto, senatore del Movimento Cinquestelle.

“Due i punti su cui occorre tenere alta l’attenzione: la bonifica di Napoli Est e la discarica nell’ex area ICM.

Il Sin (Sito Interesse Nazionale) Napoli Orientale, si tratta di una delle zone più inquinate della nostra penisola, da tempo attende una bonifica che, malgrado i fondi già stanziati, non è mai partita.
La discarica a cielo aperto nell’ex Icm dove, con una nota tecnica dell’Asia (l’azienda che si occupa della raccolta rifiuti a Napoli), è stata riaperta la possibilità di conferire l’umido. Contro questa scelta scellerata lo scorso autunno mi sono battuto, con l’aiuto anche del Ministro Costa, ottenendo l’immediata chiusura della discarica.

Oggi l’ex Icm, almeno sulla carta, potrebbe ricominciare a “ospitare” l’umido, con la sua puzza nauseabonda, nel cuore di un quartiere densamente abitato. Vogliamo evitare a tutti i costi che Napoli Est torni a essere la pattumiera di Napoli

Ringrazio il Ministro Costa per l’interesse mostrato e per la disponibilità a seguire la vicenda al mio fianco in difesa dei cittadini di Napoli”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments