GIUNTA_SAN_GIORGIIO

SAN GIORGIO A CREMANO- Con l’obiettivo di procedere alla formazione del nuovo Puc, l’Amministrazione comunale guidata dal Sindaco Giorgio Zinno sta provvedendo alla modifica di eventuali errori materiali preesistenti al fine di correggere situazioni che necessitano di aggiornamenti.

Su indicazione dell’assessorato all’Urbanistica, la cui delega è affidata a Pietro Di Martino, è stato pubblicato un avviso che consente a cittadini, imprese o enti di segnalare specifiche esigenze su cui intervenire per apportare modifiche o correzioni.Attraverso  questo servizio ad esempio si potrà segnalare l’erronea individuazione di una strada oppure di un edificio esistenti su siti diversi da quelli realmente occupati, oppure la mancata rappresentazione di opere invece esistenti, con conseguente errata destinazione urbanistica delle aree.I cittadini interessati potranno presentare istanza presso l’Ufficio del Settore Ambiente e Urbanistica, con sede in Villa Bruno, a partire da domani e fino al 25 febbraio 2016, vale a dire per 30 giorni a partire dalla pubblicazione dell’avviso che avverrà domani 26 gennaio.”Il Puc è uno degli strumenti più importanti che regola la vita di una città – afferma il sindaco Giorgio Zinno – presto procederemo all’adozione di un nuovo piano più completo e aggiornato rispetto a quello del 2001, ancora in vigore.Sebbene le linee generali siano ancora valide abbiamo deciso di coinvolgere direttamente i cittadini interessati, così come i titolari di attività commerciali e imprese e gestori di enti, al fine di accelerare i tempi per la compilazione del nuovo puc e raggiungere l’obiettivo che ci siamo prefissati. Certo della collaborazione di tutti, ho dato mandato agli uffici di procedere in via prioritaria alle modifiche necessarie”.”Questo strumento rappresenta un’opportunità reale per i cittadini- spiega l’assessore Pietro De Martino –  che avranno un riferimento tecnico per segnalare i casi che li riguardano di eventuale imperfetta corrispondenza tra il reale stato di fatto, relativo ad immobili o strade e le mappe catastali su cui è stato redatto il piano regolatore.La collaborazione di tutti i cittadini, attraverso la partecipazione concreta è per l’amministrazione parte essenziale nell’ottica della programmazione del nuovo Piano Urbanistico Comunale”.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments