SAN MARCELLINO- Sono ritornati a lavorare a mezzo servizio gli operatori ecologici della Falzarano, azienda che si occupa della raccolta dei rifiuti nel Comune di San Marcellino. I sacchetti di immondizia sono stati infatti ritirati praticamente solo nelle strade principali mentre in periferia i camion non sono passati. Continua quindi l’emergenza perché dopo lo sciopero annunciato per lunedì, ieri i lavoratori non sono andati a lavorare “senza alcuna spiegazioni”.

Il sindaco Anacleto Colombiano è furioso e prova a spiegare quanto sta accadendo alla popolazione: “Non sono bastati incontri, lunghi colloqui e neanche la disponibilità a risolvere tutti i problemi. Purtroppo siamo costretti a constatare che il servizio di raccolta dei rifiuti neanche ieri mattina è stato effettuato mentre oggi (mercoledì 7 settembre) si è provveduto alla pulizia solo sui corsi. Lunedì era previsto lo sciopero, ieri invece non sono riuscito a trovare giustificazione e per questo motivo chiederò chiarimenti alla società e ai sindacati. In pochi passaggi vi spiego cosa abbiamo fatto: la società nonostante abbia ricevuto le spettanze per il lavoro svolto non ha ancora provveduto a pagare i dipendenti. Di conseguenza i lavoratori hanno chiesto un aiuto al Comune. Noi ci siamo attivati per sostituirci alla società e di conseguenza pagare direttamente gli operatori senza il ‘passaggio’ con la ditta Falzarano. Ma non è stato possibile trovare alcun accordo. Sono sempre stato al fianco dei lavoratori che hanno bisogno di portare a casa lo stipendio ma probabilmente nemmeno questo è stato capito. Ci siamo già attivati, anche avvisando la Prefettura, per risolvere questo inconveniente, fiduciosi che tutto si possa superare in brevissimo tempo. Oggi posso solamente scusarmi con tutti i nostri concittadini”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments