13.4 C
Napoli
giovedì 2 Dicembre 2021

Foresta di Cuma. Sopralluogo dei Verdi con un drone

-

POZZUOLI– “Abbiamo fatto un sopralluogo nella foresta di Cuma, usando anche un drone per vedere le aree sequestrate, e abbiamo potuto constatare lo sfregio alla natura fatto da chi ha trasformato una vasta area, lunga 3 km e larga 7/8 metri, in un galoppatoio usato anche per corse clandestine gestite, probabilmente, dalla camorra”.

A denunciarlo i Verdi, con il consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli e il consigliere metropolitano Paolo Tozzi, per i quali “bisogna riorganizzare la gestione della foresta di Cuma per tutelarla e valorizzarla e crediamo che la soluzione migliore sia quella di arrivare a un protocollo d’intesa per una gestione comune tra Regione, Ente Parco Campi flegrei e Città metropolitana”.“Una gestione comune che garantisca la manutenzione e la vigilanza e per dare un segnale concreto di cambiamento un primo passo potrebbe essere quello di trasformare il galoppatoio illegale in una pista ciclabile, dopo aver ripiantato gli alberi e la vegetazione distrutta per far posto alla pista” hanno aggiunto Borrelli e Tozzi per i quali “la foresta di Cuma è uno di quei patrimoni naturali che abbiamo a disposizione in Campania e che non valorizziamo come dovremmo”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x