Igor Stravinskij / PULCINELLA Balletto in un atto con canto Prima rappresentazione: Parigi, Opéra, 15 maggio 1920 Installazioni | Lello Esposito Coreografia, Regia e Luci | Francesco Nappa Direttore | Maurizio Agostini Assistente alla Coreografia | Giulia Insinna Interpreti Pulcinella, Carlo De Martino Pimpinella, Claudia D'Antonio Furbo, Salvatore Manzo Capo Banda, Alessandro Staiano Soprano, Laura Cherici Tenore, Giulio Pelligra Basso, Luigi De Donato Orchestra e Corpo di Ballo del Teatro di San Carlo Sabato 18 novembre 2017, ore 20.00 Domenica 19 novembre 2018, ore 17.00 - Abbonamento Danza

LACCO AMENO – Sabato 22 e domenica 23 giugno (ore 21.00) la Piazza di Santa Restituta di Lacco Ameno diventerà palcoscenico per Pulcinella, capolavoro di Igor Stravinskij nell’interpretazione del Balletto del Teatro di San Carlo.

Pulcinella è un balletto che Igor Stravinskij compose nel 1919 su musiche di Gian Battista Pergolesi o a lui attribuite. Rappresentato per la prima volta all’Opéra di Parigi il 15 maggio 1920, Pulcinella nella sua versione originale ha le firme di Léonide Massine per le coreografie e di Pablo Picasso per le scene. Il balletto si svolge in uno scenario da commedia dell’arte e qui Stravinskij imprime alla sua musica un gesto inconfondibile e geniale che apre la porta alla svolta “neoclassica”.

Il Pulcinella proposto è una produzione del Massimo partenopeo del 2017 a firma di Francesco Nappa per le coreografie e, quasi a ricalcare la tradizione, per le scenografie è stato chiamato il celebre artista Lello Esposito che per l’occasione ha creato ben 140 installazioni.

“Il mio Pulcinella – afferma Nappa – è una maschera senza maschera, non più burattino buffo e goffo, ma un uomo che cerca affannosamente e alla fine ritrova il suo grande amore”.

Anche dal punto di vista musicale lo spettacolo prevede delle incursioni in un altro genere: infatti alcune parti si intersecheranno con la musica elettronica.

Principali interpreti Carlo De Martino nel ruolo di Pulcinella, Claudia D’Antonio in quello della sua amata Pimpinella, Salvatore Manzo è Furbo, Giuseppe Ciccarelli, invece, Capobanda.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments