SOMMA VESUVIANA – “E a Somma Vesuviana anche i bambini costretti a restare a casa perché in quarantena, hanno potuto partecipare alla Giornata della Memoria collegandosi con i loro compagni di classe e assistendo in diretta, cantando con loro a distanza, alle manifestazioni che si sono svolte a scuola. E’ accaduto ad esempio al plesso delle elementari “Gino Auriemma” appartenente al Primo Circolo Didattico. Un plesso situato nel Centro Storico del Casamale e intitolato al poeta sommese “Gino Auriemma”. E’ stato bello ascoltare e vedere cantare, leggere, recitare i bambini”. Lo ha affermato Salvatore Di Sarno sindaco di Somma Vesuviana nel napoletano.

In mattinata il primo cittadino ha preso parte anche alla manifestazione splendidamente organizzata presso il Plesso Capoluogo “Gaetano Arfè” del Primo Circolo Didattico delle Scuole Elementari in Via Roma.

Il castagno e la Bandiera di Israele

Il Comune ha ricordato la Giornata della Memoria con numerosi post sulle pagine istituzionali, con la citazione dei versi di Primo Levi.

Al Primo Circolo Didattico la Bandiera D’Israele. Al Plesso “Gino Auriemma” il sindaco, Salvatore Di Sarno e la dirigente Maria Di Fiore, con i bambini hanno piantato un castagno affinché ogni giorno possa esserci un angolo verde in memoria di quanto accadde.

“Ringrazio la dirigente del Primo Circolo Didattico, dott.ssa Maria Di Fiore per avermi reso partecipe di momenti ricchi di emotività, vissuti durante le manifestazioni di oggi in occasione della Giornata della Memoria. E’ stato un onore per me parlare con i bambini presenti ma anche con i bambini che erano in collegamento dalle loro case. Dobbiamo tutti insieme, tutelare i diritti inviolabili dell’uomo mettendo al centro la libertà, l’onestà, la lealtà ed essere sentinelle della vita. La vita è un dono, la vita di tutti lo è ancora di più. Solo con il contributo della scuola – ha proseguito Di Sarno – della conoscenza è possibile essere persone libere. Non c’è libertà senza coscienza e non c’è coscienza senza conoscenza. Le persone non sono numeri ma vite, menti, anime e il tutto con ogni probabilità si sintetizza in una sola parola: dignità! Oggi in tutte le scuole si è svolta la Giornata della Memoria, in molte attraverso la proiezione di filmati. Ringrazio comunque tutti gli studenti delle medie e delle superiori, tutti i bambini delle elementari e le famiglie. Ringrazio tutti i dirigenti scolastici: Maria Di Fiore del Primo Circolo Didattico, Antonella La Pietra del Secondo Circolo Didattico, Nunzia Borriello del Terzo Circolo Didattico, Rosa Liguoro della Scuola Media Statale “San Giovanni Bosco – Summa Villa”, Anna Giugliano del Liceo Scientifico “E. Torricelli”, Paola Improta dell’Istituto Tecnico “Ettore Majorana”. Ringrazio tutti i docenti, gli operatori scolastici perché di loro non può esserci scuola e senza la scuola non può esserci conoscenza, senza conoscenza non c’è futuro!”

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments