17.3 C
Napoli

Le scuole di Somma Vesuviana accolgono i bambini ed i ragazzi ucraini

-

SOMMA VESUVIANA – “Noi lavoriamo sempre per la pace e l’accoglienza. A Somma Vesuviana abbiamo ben 462 cittadini di origini ucraine. In queste ore molti amici e parenti si stanno ricongiungendo provenendo dall’Ucraina. Sono in stretto contatto con i dirigenti scolastici e molteplici sono le iniziative che si stanno mettendo in campo. Ad esempio studenti, docenti e genitori del Liceo Scientifico “Evangelista Torricelli” hanno organizzato una raccolta prevalentemente di medicinali e kit di pronto soccorso. Lunedì 14 Marzo ragazzi italiani, studenti italiani e coetanei ucraini, alle ore 9 e 30, saranno insieme al Liceo Scientifico “Evangelista Torricelli” dove sventolerà la bandiera della pace ed insieme consegneremo i pacchi alla comunità ucraina. Io ho fatto aprire un account di posta elettronica: emergenza.ucraina@sommavesuviana.info . Tutti i cittadini di Somma Vesuviana che sono nelle condizioni di poter ospitare i cittadini provenienti dalle zone di guerra possono andare sul sito del Comune di Somma Vesuviana www.comune.sommavesuviana.it , scaricare il modulo da compilare ed inviare la richiesta all’indirizzo di posta elettronica emergenza.ucraina@sommavesuviana.info”. Lo ha affermato Salvatore Di Sarno, sindaco di Somma Vesuviana nel napoletano.

“Ma vorrei segnalare il grande lavoro di accoglienza che a Somma Vesuviana stanno mettendo in campo nelle scuole. Bambini e ragazzi ucraini appena 15 giorni fa vivevano in pace nei loro spazi, con i loro compagni di classe e amici di paese. Oggi questi bambini e questi ragazzi si trovano in un ambiente completamente diverso, con compagni di banco diversi – ha continuato Di Sarno – maestri e professori nuovi ed una lingua diversa. Per questo motivo nelle scuole di Somma Vesuviana si stanno mettendo in campo attività didattiche innovative. Il Comune di Somma Vesuviana invita i cittadini a comunicare liberamente la propria disponibilità a fornire aiuti concreti alla popolazione ucraina proveniente dalle zone di guerra, mediante la compilazione di un modulo pubblicato sul sito del Comune e da inviare a emergenza.ucraina@sommavesuviana.info. Dunque abbiamo aperto anche un account di posta elettronica dedicato solo ed esclusivamente all’emergenza guerra. Si chiedono anche disponibilità come mediatore culturale. Inoltre nel modulo c’è anche una sezione dedicata alla disponibilità di alloggi”.

Tutto pronto al Primo Circolo Didattico delle Elementari di Somma Vesuviana dove da Lunedì frequenteranno con l’affetto di maestri, dirigente, compagni di classe.

“Da noi 6 bambini provenienti dall’Ucraina, da Lunedì 14 Marzo, saranno parte della nostra comunità scolastica. La scuola c’è, noi ci siamo e daremo affetto iniziando un cammino di condivisione con le loro mamme – ha affermato Maria Di Fiore, Dirigente del Primo Circolo Didattico di Somma Vesuviana – li accoglieremo in punta di piedi, siamo pronti e lo faremo tutti insieme! Stiamo ricevendo un supporto prezioso da Anna Savrytiska, una ragazza che collabora con la Caritas di Somma Vesuviana”.

I bambini, i ragazzi, i loro genitori, le famiglie provenienti dall’Ucraina sono parte integrante della comunità scolastica di Somma Vesuviana che è città della pace.

“Oggi abbiamo avuto notizia di altre 3 richieste e non è escluso che nelle prossime ore possano essere già a scuola. Stiamo cercando di fare in modo che le mamme stesse di questi bambini possano essere mediatrici culturali. E’ con loro che stiamo costruendo il percorso di integrazione scolastica e sociale. L’intera squadra di docenti – ha affermato Antonella La Pietra, Dirigente del Secondo Circolo Didattico di Somma Vesuviana – genitori degli altri bambini gli altri bambini stessi, gli operatori scolastici, ha favorito la creazione di un ambiente affettivo. Dobbiamo accoglierli e siamo pronti a farlo con amore, con affetto. Possiamo farcela anche con una rete che veda insieme gli enti preposti”.

E Lunedì 14 Marzo, alle ore 9 e 30, il sindaco sarà con studenti italiani ed ucraini insieme per la consegna dei pacchi alla comunità ucraina.

Al Liceo Scientifico “Evangelista Torricelli” di Somma Vesuviana, studenti italiani ed ucraini, genitori, docenti hanno raccolto medicinali e kit di pronto soccorso. Lunedì 14 Marzo, alle ore 9 e 30, saranno tutti insieme con testimonianze dalle zone di guerra, famiglie italiane ed ucraine consegneranno i pacchi alla comunità ucraina.

“Lunedì 14 Marzo, alle ore 9 e 30, al plesso centrale del Liceo Scientifico “Evangelista Torricelli” alzeremo la bandiera della pace – ha affermato la dirigente scolastica, Anna Giugliano – ma soprattutto i nostri ragazzi incontreranno i ragazzi ucraini ed insieme le nostre famiglie e le loro consegneranno i pacchi alla comunità ucraina. Abbiamo raccolto soprattutto medicinali, mascherine chirurgiche, gel disinfettante, kit di pronto soccorso da inviare in Ucraina. Lunedì mattina si terrà la consegna dei pacchi, ma soprattutto avremo un momento di condivisione con l’ascolto delle testimonianze dall’Ucraina”.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x