pallanuoto4

NAPOLI – Pareggio in trasferta per il C.N. Posillipo che, alla Piscina Scuderi di Catania, impatta sull’11-11 contro i padroni di casa dell’ADR Catania. La squadra di Brancaccio gioca tre tempi di altissimo livello, dominando il match. Nell’ultimo quarto, complice anche le espulsioni sanzionate che mettono fuori dalla gara quattro giocatori rossoverdi, arriva il break del Catania che permette il pareggio alla squadra etnea.

Spettacolare l’inizio di gara. Spinelli para un rigore a Privitera, Saccoia segna in controfuga, proprio Privitera pareggia per i suoi. Il Posillipo si porta nuovamente avanti con il gol di Scalzone che colpisce sul palo lungo, il Catania impatta con Privitera. La squadra rossoverde trova un gran gol con Radonjic dalla distanza, La Rosa riesce a pareggiare sul 3-3, risultato su cui si chiude il primo periodo.

Parte bene il Posillipo con il gol di Di Martire, i rossoverdi non riescono a concretizzare una controfuga, Banicevic segna il pareggio per i suoi. La tripletta di Privitera vale il primo vantaggio del pomeriggio per i padroni di casa, Saccoia trova il gol in superiorità, siamo 5-5 dopo 3 minuti di gioco nel secondo tempo. Spinelli sfodera un’altra straordinaria parata su rigore di La Rosa, Caruso neutralizza il rigore di Di Martire, ma i rossoverdi, con Radonjic, si riportavo avanti segnando il 6-5 in superiorità numerica, Briganti, su rigore, segna il 7-5, Di Martire sigla il +3 dopo il timeout di Brancaccio. Si chiude il quarto sul 8-5 in favore dei partenopei.

Segna il Catania il primo gol in superiorità con Russo, Lanfranco segna un grandissimo gol che vale il 9-6. Dopo un po’ di confusione, Ferlito riaccorcia le distanze per i suoi a metà quarto, Di Martire non sbaglia il rigore del 10-7 a 2 minuti dall’ultimo intervallo. E’ ancora Lanfranco con una straordinaria rete a siglare il +4 per i rossoverdi, 11-7 dopo 3 quarti.

Cambia tutto nell’ultimo quarto. Il Catania piazza un parziale di 4-0 che la porta in parità. Segnano Banicevic, Privitera, due volte Esbert sfruttando entrambe le volte la doppia superiorità numerica. Brancaccio deve rinunciare a Briganti, Di Martire, Saccoia e Picca, tutti fuori per espulsione definitiva. Il Posillipo resiste con grande cuore, Scalzone, all’ultimo secondo, coglie la traversa. Si chiude sull’11-11, un punto importante per la formazione rossoverde contro un avversario di ottimo livello e che permette alla squadra di Brancaccio di salire a quota 4 in classifica.

Dichiarazione Brancaccio

” Bisogna fare i complimenti alla squadra per l’ottima prestazione disputata contro una formazione in forma e valida come il Nuoto Catania. Abbiamo dominato per tre tempi, ma nell’ultima frazione di gioco non potevamo non pagare l’espulsione definitiva di ben quattro nostri giocatori. Abbiamo avuto un Black Out nella prima metà del quarto tempo, ma per fortuna ci siamo ripresi nel finale rischiando anche di vincere meritatamente la gara. Voglio ripartire da questa deteminante reazione avuta dai miei ragazzi nel finale incandescente di gara in un ambiente caldissimo, per affrontare al meglio le prossime importanti partite del campionato.”

ADR Nuoto Catania- C.N.Posillipo 11-11(3-3; 2-5;2-3;4-0)

Catania: E.Caruso, G.Generini, N.Esbert 2, G.La Rosa 1, A.Tringali, B.Banicevic 2, G.Torrisi, M.Ferlito 1, N.Kacar, A.Privitera 4. E.Russo 1, S.Catania, T.Baggi Necchi. All.G.Dato

C.N.Posillipo : L.Lindstrom, D.Iodice, L.Briganti 1, E.Aiello, A.Picca, M.Lanfranco, M.Tkac, J.Lanfranco 2, M.Di Martire 3, A. Scalzone 1, N.Radonjic 2, P.Saccoia 2, R.Spinelli. All. R.Brancaccio

Arbitri: Ricciotti-Bianco,

Superiorità :4/16, 4/13

Rigori: 0/2, 2/3

Usciti per Falli:Tringali, Briganti, Di Martire, Saccoia, Picca

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments