guinness_2017

NAPOLI – Più di 1.000 persone in acqua per nuotare complessivamente 144 chilometri. È l’obiettivo da record che hanno fissato gli organizzatori della Guinness Marathon Children Swim for Children, tradizionale anteprima della Capri-Napoli, la Maratona del Golfo che ogni anno vede sfidarsi in mare i migliori specialisti mondiali delle gare in acque libere.

La prova, in programma venerdì 11 maggio dalle 9 alle 13, è giunta alla settima edizione ed è come sempre organizzata dalla società Eventualmente Eventi & Comunicazione di Luciano Cotena e da Accendiamo una Stella for you di Maria Rotunno. Sullo sfondo la solidarietà: la prova infatti vede protagonisti i bambini degli istituti scolastici e le scuole nuoto di Napoli che nuoteranno per altri bambini meno fortunati. L’obiettivo dichiarato per quest’anno è completare le 2.880 vasche, pari appunto a 144 km, il quadruplo della distanza della Capri-Napoli. “Ogni volta – evidenziano i promotori della manifestazione – il traguardo finale viene ritoccato: questo grazie al supporto e alla sensibilità dei partecipanti, che con la donazione della quota d’iscrizione permettono di raccogliere fondi per l’istituzione di borse di studio sportive a favore di bambini che ci vengono segnalati, facendo così in modo che possano avvicinarsi alle discipline sportive più disparate: dal nuoto alla pallanuoto, dalla boxe al rugby, dalla scherma alla pallavolo, dall’atletica leggera al tennis”. Anche quest’anno la rassegna sarà presentata da Diego Sanchez: in vasca invece si tufferanno tanti studenti, insegnanti, amici dell’associazione del mondo dello sport e dello spettacolo.

Hanno annunciato la loro presenza tra gli altri l’assessore alle Politiche Giovanili del Comune di Napoli, Alessandra Clemente; la consigliera della decima Municipalità Paola Del Giudice; l’artista Pasquale Palma (nota anche come Eddy Scampia); la squadra di pallanuoto serie A maschile del Posillipo. Hanno aderito le seguenti scuole e realtà associative: i comprensivi 91-Minniti, 53-Gigante Neghelli, Falcone, il Nautico Duca degli Abruzzi, l’Ipseoa Rossini, l’Isis Nitti, l’Itt Giordani-Striano, l’Isis Vittorio Emanuele II; il Centro Fin Napoli, il Cus Napoli, le Fiamme Oro, la Gazzella Team Nuoto e l’associazione dei docenti di scuola di Rino Mantile. In acqua infine anche Francesco Maestoso, Fabrizio Suarato e Mario Lauletta, ragazzi che si sottopongono al metodo Tma (Terapia multisistemica in acqua) Caputo-Ippolito, ognuno dei quali nuoterà per 5.000 metri.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments