NAPOLI – Trionfo della Crisco Centro Ester Napoli. La squadra di coach Massimo Massaro sgambetta l’imbattuta capolista del campionato e si propone come coprotagonista del torneo.

La Pallacanestro Piedimonte Matese è stata superata con il punteggio di 84-73 al termine di una gara che ha entusiasmato il numeroso pubblico corso ad occupare le gradinate del palazzetto di via Giambattista Vela.

La vittoria non è il frutto di un exploit improvviso, ma di una seria programmazione realizzata dal presidente Pasquale Corvino. Il numero uno sottolinea: “Voglio ringraziare tutto il mio staff tecnico e la squadra per il grande impegno profuso durante un match molto importante. Hanno tirato fuori anima e cuore, hanno reagito bene facendo dimenticare la sconfitta nella partita d’andata”.

I ringraziamenti proseguono: “Grazie anche ai nostri sostenitori e a tutti gli appassionati che stanno venendo a seguire la Crisco Centro Ester con grande calore. Siamo partiti con un progetto ambizioso. L’obiettivo è quello di centrare i playoff e provare a centrare il salto di categoria”.

La chiosa è ambiziosa: “Il mio apporto e la mia passione c’è tutto e sono convinto che con l’impegno nessun traguardo ci può essere precluso”.

Piedimonte Matese costretta alla prima sconfitta stagionale. Il Centro Ester l’affronta con la giusta concentrazione e ne viene fuori una gara incerta e spettacolare. Grinta e concentrazione riescono a colmare gli inevitabili buchi di quando si è al cospetto di una squadra forte ed ambiziosa.

Alla fine trionfa Barra. Il Centro Ester è a due lunghezze dal Piedimonte e giovedì sera può allungare ancora, è in programma infatti la gara di recupero con la Pro Cangiani.

Centro Ester Barra 84

Polisportiva Matese 73

Parziali 23-18, 14-18, 24-22, 23-15

Crisco Centro Ester: Guarino 23, Gaudino 19 Santoro 15, Balestrieri 11, Alaimo 10, Monsurrò 3, Romano 3, Gallo, Pone , Riccardi, Di Giacomo ne, Perna ne. Coach Massaro M. Vice Abete C.

Piedimonte Matese: Buontempo N. 24, Cavalluzzo V. 19, Magarinos J. 11, Paterno R. 8, Campanelli I. 4, Mataluna A. 3, Campanelli G. 2, Macera F. 2, Capoccia S., Gagliardi F..

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments