Concluse le regate del “Maggio della Vela e del Mare”

0

TORRE DEL GRECO – Sport, cultura e aggregazione sono stati gli ingredienti del “Maggio della Vela e del Mare” che si è concluso ufficialmente in questo secondo fine settimana di giugno con le ultime regate.

Il Circolo Nautico Torre del Greco presieduto da Gianluigi Ascione, il Club Nautico della Vela retto da Raffaele Pelella e la Lega Navale Italiana Sez. Napoli guidata da Alfredo Vaglieco hanno organizzato assieme tutti gli eventi (ad esclusione della regata Sulle Rotte dei Borbone che ha visto come sempre coinvolta la Fondazione Ville Vesuviane), a dimostrazione del fatto che la sinergia dà sempre ottimi risultati. Il tutto con la collaborazione del presidente della V Zona Fiv, Francesco Lo Schiavo.

La coppa “NapulEste” – III Tappa Nazionale Classe Este 24 è andata a Roberto Ugolini Circolo Nautico Marconi con La Poderosa 2.0, seconda classificata Federica Archibugi con Ricca d’Este 27 (Società Educazione Fisica Stamura) e terzo Marco Flemma con Ricca d’Este 37 (Circolo Nautico Riva di Traiano) vincitore già della Coppa Miglio d’Oro nel corso delle precedenti regate del Maggio della Vela e del Mare. La Coppa “Costa del Vesuvio” (classifica combinata II Tappa Circuito Nazionale Este 24, Campionato Italiano Minialtura, III Tappa Circuito Nazionale Este 24) è andata a Massimiliano Cappa ((RYCC Savoia).

Nel dettaglio il Maggio della vela e del mare ha visto a Torre del Greco lo svolgimento di eventi volti a valorizzare la fascia costiera vesuviana attraverso la vela, quali il Campionato Italiano Classe Meteor – 28 aprile/4 maggio, la Coppa del “Miglio d’Oro” – II Tappa Nazionale Classe Este 24 18/19 maggio, il Trofeo “Sulle Rotte dei Borbone” – 19 maggio 2019, il Campionato Italiano Classe Minialtura – 24/26 maggio 2019 e lo scorso week end alla Lega Navale Napoli la Coppa “NapulEste” – III Tappa Nazionale Classe Este 24 – Coppa “Costa del Vesuvio”.

“La pratica della vela è sempre stata la nostra priorità – spiega il presidente Ascione -. Un anno fa abbiamo saputo dell’assegnazione ad esempio dei campionati Meteor e ci siamo messi subito a lavoro. Si è trattato di prove affascinanti dal punto di vista di campo di regata e per la valorizzazione del territorio, siamo soddisfatti dei tanti complimenti ricevuti da equipaggi di ogni parte d’Italia che hanno scoperto o riscoperto il nostro campo di regata e la nostra area.

Ringrazio i presidenti degli altri circoli, le autorità civili e militari che ci hanno supportato e gli sponsor che ci hanno aiutato in questa ampia organizzazione”.

Lascia una recensione

  Subscribe  
Notificami