NAPOLI – E’ morto questa mattina all’ospedale Cotugno dove era giunto in gravi condizioni dopo essere stato contagiato dal covid, Salvio Cervone, voce dell’ippica napoletana e non solo. Da decenni oramai erano sue tutte le telecronache dall’ippodromo di Agnano, compresi i gran premi, dal Lotteria in giù.

Ha saputo essere uno dei migliori narratori italiani delle corse al trotto.

Indimenticabili le cronache di ‘Zio Salvio’e i suoi tormentoni: “Non c’è piu tiempo”, “Canta Napoli”, “Standing Ovation”, “Chiacchiericcia il mio cronometro” ed i soprannomi che assegnava ad ogni guidatore. Salvio 76 anni, rampollo di una nota famiglia napoletana, in gioventù era stato un campione del trotto, gentleman tra i più vincenti ed apprezzati. (ANSA).

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments