NAPOLI – Di fronte a S.Maria Capua Vetere una squadra costruita per salire nella massima serie (l’Anzio Waterpolis) e una formazione che è partita con l’obiettivo di ottenere una salvezza tranquilla (l’Acquachiara). Adesso sono appaiate in vetta alla classifica del girone Sud assieme al Catania.

Continua a sorprendere e a crescere la Carpisa Yamamay Acquachiara. Ogni sabato si parla di migliore prestazione stagionale dei biancazzurri, ma sarà difficile che Tozzi e compagni possano fare meglio di così. Partita davvero eccezionale, esemplare della squadra di Mauro Occhiello contro quella che, nonostante la netta sconfitta di oggi (la prima astagionale), deve continuare a essere considerata la squadra più forte del girone Sud.
Si dirà, guardando il tabellino, che a fare la differenza oggi sono stati i 5 gol di Stefano Mauro, un incubo per tutta la gara per la squadra di Mirarchi. Chi ha visto la partita a S.Maria Capua Vetere aggiungerà che determinante per il successo dei padroni di casa sono state anche le parate di Manuel Rossa, oggi semplicemente eccezionale, ma la verità è che l’intera Acquachiara ha dato vita ad una partita quasi perfetta in ogni zona del campo, soprattutto nelle retrovie.

Non si spiegherebbe altrimenti il 4-0 iniziale inflitto agli avversari e, soprattutto, la reazione al successivo 4-2 con Mauro che segna anche dal centro e poi conquista il penalty che riporta i suoi sul +4 (7-3). I due ex biancazzurri in acqua, Perez e Federico Lapenna, confezionano la rete del nuovo -2 (7-5) e qui i tifosi che hanno sostenuto magnificamente l’Acquachiara dal primo all’ultimo minuto giustamente s’interrogano: riusciremo ad arginare anche il nuovo tentativo di recupero? La risposta arriva dopo il botta e risposta Mauro-Daniel Presciutti che sposta il punteggio sull’8-6: Langjevicz prima segna dal centro, poi conquista la superiorità che Matteo Aiello trasforma con una botta dal lato cattivo nella rete del 10-6. Si va all’ultimo intervallo nuovamente sul +4 e stavolta con la consapevolezza (nonostante la perdita di un uomo importante come Briganti, uscito anzitempo per la frattura del setto nasale) che i tre punti entreranno nella classifica della squadra di Mauro Occhiello, che sta giocando troppo bene per poter essere raggiunta. Certo, l’Anzio ci prova, ci mancherebbe, ma nel quarto tempo fa soltanto un gol al bunker che i biancazzurri erigono davanti a un Rossa indimenticabile.

Dice Mauro Occhiello: “L’unico motivo di rammarico in questo pomeriggio è la perdita di Briganti, che ha riportato la frattura del setto nasale. Per il resto non poso che essere soddisfatto: contro una grande avversaria i miei ragazzi hanno vinto, convinto e divertito il pubblico presente giocando una bellissima partita soprattutto in difesa. Non ho altro da aggiungere se non questo: andiamo avanti così”.

ACQUACHIARA-ANZIO WATERPOLIS 10-7 (4-0, 3-5, 3-1, 0-1)
Carpisa Yamamay Acquachiara: Rossa, Pellerano, De Gregorio Da., Langiewicz 1, Occhiello I., De Gregorio Di., Occhiello M., Aiello 2, Iula, Tozzi 1, Mauro 5, Briganti 1, Ronga. All. Occhiello Mauro.
Anzio Waterpolis: Conti, Perez, Di Rocco, Goreta 4, Costantini, Schettino, Siani, D. Presciutti 1, F. Lapenna 2, A. Agostini, Lucci, J. Colombo, Castaldi. All. Mirarchi.
Arbitri: Collantoni e Magnesia.
Superiorità numeriche: Acquachiara 5/8, Anzio 3/9.

Lascia una recensione

  Subscribe  
Notificami