NAPOLI – Ormai sembra che i turisti vengano a Napoli per “ammirare” la monnezza. o meglio, sono costretti ad assistere ad uno spettacolo sempre più avvilente se anche i luoghi simbolo della città colmi di storia e di gloria, come Palazzo Reale, sono colpiti dal degrado.Infatti, come hanno segnalato alcuni cittadini al Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli, gli interni di quella che fu la residenza dei viceré spagnoli l’altro pomeriggio erano stati ridotti a un vero immondezzaio mentre i visitatori, provenienti da ogni parte del mondo, dovevano praticare lo slalom tra cartacce, cartoni, plastica e anche altro.“Continuiamo a fare pessime figure con i turisti. Imbarazzante.”- commenta Borrelli assieme al conduttore radiofonico de La Radiazza Gianni Simioli- “Il fatto è che ormai queste condizioni di degrado, che interessano tutta Piazza del Plebiscito, da Palazzo Reale al colonnato della Basilica reale pontificia di San Francesco di Paola, sono diventati una costante. L’inciviltà e la noncuranza stanno infangando la storia della nostra città e si continua a restare immobili ed impassibili di fronte a questo disastro. Quando ci sono eventi al Palazzo Reale il sito va pulito e lasciato in modo decoroso. In alternativa non può essere aperto al pubblico fino alla completa pulizia. Sono regole elementari. Da anni chiediamo alla Soprintendenza di combattere il degrado ed il vandalismo illuminando la piazza e dando l’ok per i tavoli dei locali e l’installazione di arredo urbano. Il decoro deve partire innanzitutto da chi ricopre determinati ruoli”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments