NAPOLI – La segnalazione che arriva al 112 parla chiaro. “A via Marina ci sono dei ragazzini che passeggiano armati tra i passanti”. Sono appena passate le 19 e immediatamente i carabinieri motociclisti del nucleo radiomobile di Napoli vanno sul luogo indicato e trovano tre ragazzi. I tre – dopo si constaterà che hanno 15 e 16 anni e che sono di Caivano – vengono fermati a via Nuova Marina angolo via Giulio Cesare. I ragazzi non si accorgono nemmeno dell’arrivo degli “scorpioni”. Sono troppo impegnati a giocherellare con un coltello a farfalla da 20 centimetri. I militari chiedono se sono in possesso di altre armi e due di loro consegnano un altro coltello simile a quello che maneggiavano ma questa volta di 2 centimetri più lungo, un tirapugni in metallo e un terzo coltellino a farfalla. L’altro ragazzo invece non parla e a quel punto viene perquisito, nelle sue tasche un altro tirapugni.

Le armi sono state sequestrate mentre i ragazzi sono stati prima denunciati a piede libero per porto abusivo di armi in concorso e poi affidati ai rispettivi genitori.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments