pompa-di-benzina

NAPOLI – Sciopero confermato ma congelato in attesa del tavolo tecnico che avvierà il Governo con le categorie martedì 17 gennaio.

LE CATEGORIE SODDISFATTE DAL CHIARIMENTO DEL GOVERNO

Le organizzazioni dei benzinai rappresentate da Faib, Fegica, Figisc/Anisa hanno preso atto del chiarimento al termine dell’incontro a Palazzo Chigi e di avviare un percorso che porterà a rivalutare anche lo sciopero già proclamato per il 25 e 26 gennaio.

In una nota congiunta al termine dell’incontro, le organizzazioni hanno evidenziato di aver ottenuto la conferma che i gestori non hanno alcuna responsabilità per l’aumento dei prezzi né per eventuali accuse di speculazione.

TAVOLO TECNICO ANCHE PER LE PROSPETTIVE A LUNGO TERMINE

Inoltre le organizzazioni dei gestori si dicono disponibili a lavorare seriamente per restituire efficienza e legalità alla rete dei distributori di carburante, ed a individuare strumenti normativi per affrontare sia la contingenza che la prospettiva a lungo termine.

AL PRIMO PUNTO EFFICIENZA DELLA RETE DEI CARBURANTI E TUTELA DEI GESTORI

“Ora è il momento di lavorare seriamente per restituire efficienza e piena legalità alla rete – è scritto nella nota congiunta – e già nei prossimi giorni, le organizzazioni dei gestori si rendono disponibili ad affrontare i temi sul tavolo e a individuare strumenti anche normativi utile ad affrontare sia la contingenza che soprattutto la prospettiva”.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments