(ANSA) - NAPOLI, 26 OTT - Fermato un uomo con bottiglie piene di benzina in Contrada Stazione di Ponte, a Casalduni (Benevento), area dello Sito di stoccaggio di rifiuti dove nella notte tra il 19 ed il 20 ottobre è scoppiato un incendio. Si tratta di un operaio della società che gestisce il sito di stoccaggio che non percepisce lo stipendio da circa tre mesi. Sono stati i carabinieri del comando provinciale ad individuarlo nel corso di controlli messi in atto proprio in seguito allo scorso incendio. L'uomo stava camminando al buio quando è stato sorpreso dai militari ed ha mostrato subito segni di insofferenza. Nello zaino aveva tre bottiglie di plastica con all'interno quattro litri di benzina; un masso in pietra dal peso di circa un chilo e mezza; una corda di nylon lunga circa quindici metri; del nastro da cantiere di colore bianco e rosso. L'uomo, che ha pregiudizi di polizia, non è stato in grado di giustificare il possesso di tale materiale per cui è stato accompagnato in caserma per ulteriori accertamenti. Le indagini sull'episodio sono in corso.

CASALDUNI – Fermato un uomo con bottiglie piene di benzina in Contrada Stazione di Ponte, a Casalduni (Benevento), area del Sito di stoccaggio di rifiuti dove nella notte tra il 19 ed il 20 ottobre è scoppiato un incendio.

Si tratta di un operaio della società che gestisce il sito di stoccaggio che non percepisce lo stipendio da circa tre mesi.

Sono stati i carabinieri del comando provinciale ad individuarlo nel corso di controlli messi in atto proprio in seguito allo scorso incendio. L’uomo stava camminando al buio quando è stato sorpreso dai militari ed ha mostrato subito segni di insofferenza. Nello zaino aveva tre bottiglie di plastica con all’interno quattro litri di benzina; un masso in pietra dal peso di circa un chilo e mezzo; una corda di nylon lunga circa quindici metri; del nastro da cantiere di colore bianco e rosso.

L’uomo, con pregiudizi di polizia, non è stato in grado di giustificare il possesso del materiale; è stato accompagnato in caserma per ulteriori accertamenti. Indagini in corso.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments