C’era una volta il Virgiliano… abbattuti tutti i pini in zona (VIDEO)

    0

    NAPOLI (di Raffaele De Lucia) – L’allerta arancione che aveva gettato nuovamente nel panico le amministrazioni comunali di Napoli e della provincia per fortuna non ha creato disservizi e disagi alla popolazione come l’evento atmosferico che lunedì pomeriggio che ha portato alla morte di Davide Natale. Pioggia battente, qualche allagamento ma per fortuna nessun danno.

    Situazione difficile per gli abitanti di Viale Virgilio a Coroglio. Dopo la caduta di diversi pini l’amministrazione comunale ha deciso di tagliare tutti gli alberi.

    Il virgiliano stamane appariva così, un cimitero di tronchi. A lavoro il personale del servizio giardini per sgomberare al più presto la zona e permettere anche la riapertura di bar ristoranti e struttura ricettive chiuse da giorni.

    Il consigliere regionale dei Verdi Francesco Borrelli auspica che dopo questo periodo di crisi si provveda alla piantumazione delle essenze arboree magari sostituendo i pini con altre piante ad alto fusto.

    “In Viale Virgilio devono essere abbattuti ben 94 alberi. Un ulteriore danno per il quartiere Posillipo che sta vedendo sparire il proprio patrimonio arboreo storico.

    È evidente, visti i numeri, che in questi ultimi anni la manutenzione del verde è stata pari allo zero”. Così il presidente della prima Municipalità, Francesco de Giovanni.

    “Una responsabilità enorme – incalza de Giovanni – dell’amministrazione comunale.

    Per il momento la strada è chiusa, con disagi ben immaginabili per residenti e commercianti commerciali con zero notizie sul come e quando la strada potrà riaprire.

    Ora il Comune deve reperire risorse per gli abbattimenti e saranno dolori.

    Ma ciò che mi preoccupa maggiormente sono le risorse per ripiantare gli alberi che, ovviamente, non ci sono.

    Purtroppo, visti i guai finora causati, mi aspetto per Posillipo anni di paesaggio lunare, costellato da ceppaie. I cittadini sanno e sapranno chi ringraziare”.

    “Dopo questa ondata di maltempo in molti finalmente hanno dovuto accettare la drammatica realtà: il cambiamento climatico esiste e le conseguenze possiamo già toccarle con mano. Il problema ora è capire quanto tempo impiegheremo a cambiare anche il nostro stile di vita e le nostre città per adeguarci a questo nuovo clima” dichiara il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli commentando il materiale video pubblicato questa mattina dallo speaker radiofonico Gianni Simioli.

    “La cosiddetta ‘strada degli americani’, ovvero la circumvallazione esterna di Napoli est, era completamente allagata. Un fiume in piena. Le auto faticavano a camminare, non oso pensare a quanti nonostante la pioggia si sono dovuti muovere in scooter” aggiunge Simioli.

    “Napoli e la Campania vanno riorganizzate tenendo conto di essere, ormai, in un clima sempre più tropicale. I nostri alberi vengono battuti al suolo dalle forti raffiche di vento, in questi giorni abbiamo dimezzato un simbolo della città come i pini di Posillipo e molti alberi di alto fusto che costituivano il parco Virgiliano” continua il consigliere Borrelli.

    “Avremo sempre meno alberi e più piogge, come riusciremo ad uscirne se non accettiamo di dover cambiare radicalmente rispettando il territorio, avendo cura del verde e fermando la cementificazione e l’abusivismo selvaggio?”

    0 Commenti
    Inline Feedbacks
    View all comments