ISCHIA – Il tribunale gli aveva imposto di dimorare nel comune di Giugliano e di non allontanarsi. Ciò non gli ha impedito di imbarcarsi per Ischia, forse per un bagno di fine giugno. Ad attenderlo in porto i carabinieri del locale nucleo operativo e radiomobile, impegnati in un servizio straordinario di controllo del territorio in tutta l’isola. Per il 46enne è scattata una denuncia penale.
Non solo questo nel bilancio.
Centinaia le persone identificate, altrettanti i veicoli setacciati. Molti di questi in arrivo dagli svariati traghetti che approdano di ora in ora sull’isola che i romani chiamarono Pithecusa.
Denunciata una donna del 95 perché trovata in sella ad una bici elettrica, provento di un furto consumato il 28 maggio scorso. La bici, il cui valore è stimato sui 1700 euro, è stata restituita al legittimo proprietario.
Ancora una donna nei guai, questa volta per violazione di domicilio e danneggiamento. Senza fissa dimora, classe 62, ha forzato gli infissi di un’abitazione del centro di Ischia con l’intenzione di trasferirsi stabilmente. Non ha fatto in tempo a mettersi comoda che i Carabinieri l’hanno fermata e denunciata.
Dovrà rispondere di guida in stato di ebbrezza un 21enne del posto, sorpreso nella sua auto con un tasso alcolemico ampiamente oltre i limiti imposti dal codice. Ancora la strada lo scenario di sfondo alla denuncia di un 24enne di Barano d’Ischia. Ha investito uno scooter sulla cui sella viaggiavano 2 minori ed è fuggito. 14 e 10 i giorni di prognosi. Le immediate indagini dei militari hanno consentito di individuare il numero di targa della 600 impazzita e di rintracciarne il proprietario. Dovrà rispondere di lesioni e omissione di soccorso.
I controlli continueranno anche nei prossimi giorni

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments