Pompei_duomo

POMPEI- Tenuta, funzionalità, estetica, sicurezza, ma soprattutto spirito e quel cuore che lo renderà casa di una comunità.Le nuove frontiere dell’edilizia di culto al centro di una giornata di studio, inizio di un percorso formativo, tenutasi nel Santuario di Pompei e organizzata dalla Conferenza Episcopale della Campania.

I lavori, rivolti a tutti i responsabili dell’edilizia ecclesiale delle diocesi, sono stati incentrati sulla trattazione di un caso studio individuato in un nuovo complesso parrocchiale per il quale l’Arcidiocesi di Napoli è in procinto di bandire un concorso di progettazione, come ha spiegato Carmine Gravino, responsabile dell’Ufficio Costruzione Nuove Chiese.Avvicinare i fedeli a Dio e alla fraternità, questo lo scopo primario dei luoghi di culto cristiani, come ha affermato don Valerio Pennasso, direttore dell’Ufficio Nazionale per i beni culturali ecclesiastici della Cei.La formazione prevede la collaborazione dell’Università Federico II, ha fatto poi sapere il professore Ferruccio Izzo del Dipartimento di Architettura.Tra i relatori l’architetto Nicola Pagliara che ha ricordato la responsabilità dei costruttori in opere legate alla fede.Ripartire da Pompei non è un caso, la città dell’amore rifondata proprio attorno al Santuario della Madonna dal beato Bartolo Longo, come ha spiegato l’arcivescovo Tommaso Caputo, che ha inaugurato i lavori portando i saluti del cardinale Crescenzio Sepe.

{youtube}dlkFgOFyZn0{/youtube}

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments