20604536_10213719484605470_7823517179105087524_n

NAPOLI (di Raffaele De Lucia)- Un’intera municipalità allo sbando. Fuorigrotta Bagnoli, da anni attende una guida politica e istituzionale all’altezza, ma nonostante il cambio di presidenza, i malesseri e i veri e propri drammi dei due quartieri a ovest di Napoli sono ancora lì.

Con l’ondata di caldo delle ultime settimane è scoppiata l’emergenza topi e blatte, frutto di una cattiva se non assente disinfestazione. Via Cerlone, via Canzanella Vecchia, via Cumana, via Brigata Bologna, Via Rodi, Via Campegna, la zona di Cavalleggeri d’Aosta e Agnano sono invase da insetti e ratti. Assente l’opera di pulizia di spazzini e giardinieri. Il Viale Augusto così come i giardini di Piazzale Tecchio sono abbandonati. Non è mai partito il piano di plantumazione annunciato dal comune ben 3 anni fa. I fusti delle palme uccise dal punteruolo rosso sono ancora lì. degrado e abbandono anche nelle due stazioni della Linea 6. Solo l’opera di alcuni cittadini rende meno pesante la situazione di degrado. Distrutte le aree giochi per bambini così come le vetrate delle stazioni. Inpraticabile la pista ciclabile ostaggio delle baby gang e del parcheggio selvaggio e dei parcheggiatori abusivi che in via Caio Duilio dalle 20 di sera alle 5 del mattino la fanno da padroni. Piazze di spaccio night&day sono presenti su tutto il territorio della municipalità specie alle spalle della Curva A del San Paolo all’altezza del sottopassaggio. Insomma una bomba ad orologeria e l’amministrazione resta a guardare!

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments