CINESI_SOLDI_TERREMOTO

NAPOLI – “La tragedia del terremoto che ha colpito alcuni comuni dell’Italia centrale ha creato una gara di solidarietà che ha visto in prima linea il Sud e Napoli in particolare e ci piace sottolineare che anche le comunità stranieri presenti in città non hanno fatto mancare il loro sostegno come dimostra la donazione fatta dai cinesi napoletani che, in molti casi, non hanno mandato i soldi a casa per donarli ai terremotati”.

Lo ha detto il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, intervenendo, insieme a Gianni Simioli, ideatore de La radiazza, alla conferenza stampa promossa dalla comunità cinese nella sala riunioni del TNC Gold, il più grande centro commerciale per grossisti di prodotti del Sol levante.Nel corso della conferenza stampa, i presidenti dell’Associazione di commercio cinese in Napoli, Jiao Guo Lin, e dell’Associazione generale dei commercianti cinesi in Italia del Sud, Lin Guo Rong, hanno mostrato i bollettini con i quali hanno versato alla Croce rossa italiana i 22.500 euro raccolti tra gli associati del centro.“Viviamo e lavoriamo in Italia da anni, alcuni di noi, da oltre dieci anni, e ci sentiamo parte di questo Paese e, per questo, c’è sembrato naturale aiutare gli italiani colpiti dal terremoto, così come avremmo aiutato i nostri fratelli cinesi se il terremoto avesse colpito loro” hanno detto i rappresentanti dei commercianti cinesi ricordando che anche in occasione del terremoto de L’Aquila fecero sentire la loro vicinanza alle popolazioni terremotate “con l’invio di oltre 7.000 coperte”.“Spesso i cinesi vengono visti come estranei alla realtà napoletana, anche come dei nemici e, invece, oggi abbiamo avuto un’altra prova che non sono lontani dalla nostra realtà, ma ne fanno pienamente parte” ha aggiunto Gianni Simioli per il quale “anche iniziative come queste, spontanea e dettata dal cuore, aiutano quell’integrazione e confermano l’immagine di Napoli come una città accogliente”.Concetti espressi poi anche da Carlo Pugliese, patròn del centro commerciale, che ha ricordato come “i cinesi ormai fanno parte dell’economia napoletana e tanti commercianti napoletani vengono a comprare qui, quindi non è vero che la comunità cinese è chiusa al suo interno e non si apre all’esterno e il gesto di solidarietà che hanno avuto dimostra che sono aperti anche al di fuori delle attività economiche perché si sentono ormai parte integrante di Napoli e dell’Italia”.

{youtube}AKjzGrtOZnk{/youtube}

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments