Il_Pranzo_di_Natale_2011_a_Napoli_Italia_nel_carcere_di_Secondigliano_3

NAPOLI – A Napoli circa 70 iniziative della Comunità di Sant’Egidio che hanno coinvolto più di 6mila poveri e anche gran parte dei detenuti delle carceri. Tanti anche i volontari che da vari luoghi della Campania hanno preso parte alle iniziative messe in campo durante il periodo natalizio. Il 25 dicembre pranzo nella basilica dei Ss. Severino e Sossio. Sempre il 25 dicembre  altri pranzi: a Scampia nella chiesa dei padri Redenzionisti, nel centro storico nella chiesa di Nicola al Nilo; ad Aversa nella chiesa di S. Anna, a Fuorigrotta nella chiesa di S. Antonio Ardia.

Ancora  durante il periodo natalizio feste nei campi rom di Casoria, Ponticelli, Doganella e Giugliano; pranzi e feste con i bambini delle scuole della pace a Borgo Loreto, nel centro storico, ai Quartieri Spagnoli, alla Sanità, a Scampia, san Giovanni a Teduccio e Aversa; feste e pranzi nelle Rsa e negli istituti per anziani a Benevento, Salerno, Casoria, Pozzuoli, San Giorgio a Cremano, Ercolano, Villaricca, Mugnano, al Vomero, al centro storico, a Chiaiano, Ponticelli e Scampia; cene itineranti per i senza fissa dimora nelle sere del 24 e 31 dicembre e cena al Dormitorio pubblico il 6 gennaio alle ore 18; pranzi e feste con i migranti; pranzi nelle carceri a Poggioreale, Secondigliano, Pozzuoli, Santa Maria Capua Vetere, Benevento, Ariano Irpino, Carinola, con mille detenuti. In particolare, il 22 dicembre a Poggioreale.

{youtube}z2fH6ptCSQ8{/youtube}

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments