torre-del-greco

TORRE DEL GRECO– Scarcerato l’ex sindaco di Torre del Greco Ciro Borriello: il Riesame riforma parzialmente le misure cautelari e concede gli arresti domiciliari al chirurgo, dimessosi lo scorso 28 luglio e arrestato il 7 agosto per presunte tangenti intascate in cambio di favori alla ditta Fratelli Balsamo. Già nella giornata di oggi Ciro Borriello farà ritorno in città, nella sua villa di via del Monte dove sconterà i domiciliari. Le accuse per l’ex sindaco sono di corruzione di pubblico ufficiale per atti contrari ai doveri d’ufficio, truffa ai danni di ente pubblico e falsità in atto pubblico.

Misure cautelare meno afflittive anche per gli imprenditori della nettezza urbana coinvolti nell’inchiesta della Procura di Torre Annunziata: per Ciro Balsamo – ai domiciliari dal 7 agosto – arriva l’obbligo di firma mentre i fratelli Antonio e Massimo, in cella da due settimane, hanno ottenuto i domiciliari al pari dell’ex primo cittadino.

Ieri mattina, durante l’udienza davanti al Tribunale del Riesame di Napoli, Ciro Borriello aveva reso dichiarazioni spontanee: «Sostenendo – aveva spiegato il suo legale di fiducia, l’avvocato Giancarlo Panariello – di non avere mai intascato un euro da nessuno e di avere lavorato nell’esclusivo interesse della città».

Il legale di Borriello ha anche depositato la documentazione relativa alla avvenuta decadenza da sindaco, sopraggiunta il 17 agosto scorso per effetto delle dimissioni in seguito ai venti giorni necessari per legge, e la contestuale nomina del commissario prefettizio Giacomo Barbato, a lavoro a Palazzo Baronale da ieri mattina.

{youtube}Cbo7FR6vD8k{/youtube}

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments