polizia-volante

ISCHIA- Sciacalli nella casa della famiglia salvata dalle macerie. Mentre Ciro, il piccolo eroe della tragedia è accudito all’ospedale Rizzoli di Lacco Ameno insieme ai due fratellini, in attesa di essere trasferito all’ospedale Santobono di Napoli per ulteriori indagini specialistiche, emerge il retroscena di una somma in contanti, pare circa 500 euro, che sarebbe sparita dei cassetti dell’abitazione crollata in località la Rita a Casamicciola.Racconta a “Repubblica” Alessandro Toscano, il capofamiglia estratto vivo per primo dalle macerie alle 2,32 di martedì:

“La sera ero andato a casa per controllare i danni e vedere come stava il gatto. In un portagioie erano custoditi credo 500 euro in contanti, che non c’erano più. È sciacallaggio. Ma sono sicuro che non sono state persone di qui, ma altri venuti fa fuori. E comunque non mi interessa nulla dei soldi, l’importante è che i figli sono vivi”.Della circostanza si è parlato anche a margine dell’incontro tra la mamma dei tre bambini, Alessia, e il sottosegretario alla Difesa Gioacchino Alfano. Sull’episodio non sono state ancora presentare denunce e sarà approfondito in queste ore dai carabinieri che hanno varato una poderosa operazione proprio per scongiurare il rischio di sciacallaggio.Al sottosegretario Alfano, la signora Alessia ha chiesto, soprattutto, “di poter tornare alla normalità”. Il presupposto indispensabile per poterlo fare, ha aggiunto, è una casa dove poter ricominciare. “Ho visto una bella cornice familiare, una famiglia che sta affrontando in modo positivo questa situazione – ha detto Alfano – Ciro è un ragazzo coraggioso, che ha risposto in maniera straordinaria a una macchina che ha funzionato bene, come spesso accade in Italia. Sono sicuro che avrà futuro”.

{youtube}0Os6lArS90c{/youtube}

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments