TORRE DEL GRECO- Questa mattina, gli agenti del Commissariato di polizia di Torre del Greco, ad epilogo di un’intensa attività  info-investigativa, hanno denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Napoli due 17enni, entrambi torresi, per i reati di tentata rapina aggravata e lesioni personali in concorso.

I due, nella notte tra sabato e domenica, unitamente ad altri tre ragazzi,    ancora da identificare, si rendevano responsabili di un’aggressione ai danni di un  loro coetaneo, al quale tentavano di sottrargli anche lo scooter, Piaggio “Vespa” .In particolare, la vittima  riferiva agli agenti intervenuti a seguito della sua richiesta,  che un gruppo di cinque giovanissimi, dopo che egli aveva lasciato la sua fidanzata a casa, in zona Litoranea di Torre del Greco, veniva avvicinato da due  componenti  il gruppo che dapprima gli chiedevano una sigaretta e alla sua risposta negativa, senza alcun giustificato motivo, incominciavano a picchiarlo selvaggiamente, facendolo rovinare a terra.Anche gli altri  tre giovani intervenivano all’aggressione, colpendolo ripetutamente con calci e pugni e tentando, altresì, nella circostanza di sottrargli i soldi e la Vespa  in suo possesso. Dopo qualche istante, il gruppo di aggressori,  non riuscendo ad avviare  lo scooter, scaraventandolo a terra, si dileguava frettolosamente per sottrarsi all’intervento della Polizia.  La vittima, a seguito dell’aggressione riportava  lesioni giudicate guaribili in 6 giorni dai sanitari dell’ospedale Maresca per  contusioni varie.  L’identificazione dei due minori, facenti parte del gruppo, è stata possibile grazie alla descrizione fornita dalla vittima e dai successivi accertamenti condotti da personale dipendente sui principali  social network.Attivissime indagini ancora  in corso per l’identificazione degli altri tre componenti la banda.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments