AFRAGOLA – Durante la fase di lockdown per l’emergenza sanitaria da Coronavirus si è assistito su tutto il territorio campano ad un sensibile e significativo miglioramento delle condizioni ambientali.

Il fermo delle attività produttive ha permesso a le acque del mare e dei fiumi di rigenerarsi e ripulirsi, testimoni di ciò sono le innumerevoli immagini che invadono i social network e che diversi cittadini inviano di continuo al Consigliere Regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli, che quotidianamente cerca di sensibilizzare la cittadinanza sul tema ambientale dando indicazioni su come rispettare la natura anche nel post-emergenza.

“Oggi 22 aprile è la giornata mondiale per la salvaguardia della terra e della natura ma è emblematico, anche se non ci sorprende, che proprio oggi abbiamo ricevuto una segnalazione su una situazione di forte degrado, di una discarica a cielo aperto ad Afragola, in Contrada Ferrarese. Il cumulo di rifiuti di ogni tipo, i resti di verdure e ortaggi, la montagna di cassette di legno e di plastica e spazzatura varia contrastano con le belle immagini che siamo abituati a vedere e diffondere in questo periodo. Questo ci fa capire una cosa fondamentale: oltre a bearci delle bellezze del nostro territorio, ritornate all’antico splendore grazie allo stop di determinate attività industriali e illegali, dobbiamo continuare a batterci per sconfiggere gli incivili ed i criminali che inquinano il nostro territorio, solo così potremmo fare in modo che la natura resti incontaminata anche quando l’emergenza sanitaria sarà ormai alle spalle e le attività umane riprenderanno a pieno regime. Per ora abbiamo segnalato la situazione di Afragola affinché l’area venga ripulita e bonificata ma per il futuro auspichiamo un sostegno un cambio di mentalità contro gli inquinatori non solo da parte delle istituzioni ma anche della cittadinanza” – sono le parole del Consigliere Borrelli.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments