AVELLINO – Dopo Germania, Paesi Bassi e Francia, dilaga anche in Italia il malcontento degli agricoltori e degli imprenditori del settore. Le politiche europee, con l’aggiunta della strada intrapresa dal nostro Governo in materia di aliquote Irpef e benefit sul gasolio, hanno spinto anche gli agricoltori irpini a manifestare, 24 ore dopo Torino e Udine, sfilando con i loro trattori nello stesso giorno in cui si sono svolte proteste analoghe anche in altre città italiane.

In Campania quindi, raduno questa mattina nei comuni di Flumeri e Grottaminarda, in provincia di Avellino, con decine di trattori e altri veicoli che hanno raggiunto poi in corteo piazza Kennedy, nella città capoluogo di provincia, in segno di protesta. I lavoratori chiedono maggiori tutele per la filiera agricola italiana, messa a rischio dalla strada intrapresa dalle politiche europee che puntano a favorire il cosiddetto Green deal avviato nel 2023 da Bruxelles con un pacchetto di misure per un uso sostenibile delle risorse naturali. Una politica che sta portando alla promozione di alimenti alternativi, come carne coltivata e farina di insetti.

Obiettivo della protesta dei trattori, arrivare a Roma per una protesta nazionale in caso di mancate risposte per il sostegno della categoria. Nel frattempo, gli agricoltori hanno annunciato un altro presidio di protesta, domani, davanti alla sede della Regione Campania ad Avellino.

LEGGI ANCHE
https://videoinformazioni.com/

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments