NAPOLI – “La video denuncia realizzata da Alessandro Cannavale, figlio di Enzo uno degli attori più amati della nostra città, e dall’artista Giorgio Milano, è un colpo durissimo per l’immagine della città.

Vedere baby gang in sella agli scooter sfrecciare proprio sotto l’ingresso di Palazzo San Giacomo, su una ruota sola e senza casco in segno di sfida alle istituzioni e alle forze dell’ordine, è inaccettabile per una città che vuole candidarsi a essere una delle capitali del turismo europeo.

Non riusciamo davvero a comprendere come sia possibile che neanche sotto i palazzi delle Istituzioni si riesca a far rispettare la legalità.

I pericoli corsi dai passanti, che si vedono circondati da centauri invasati in piena isola pedonale, non possono essere oltremodo tollerati. Ci avviamo verso una stagione turistica che, nel periodo natalizio, farà registrare il tutto esaurito in città e siamo preoccupati sulla possibilità di poter garantire a centinaia di migliaia di cittadini e turisti la sicurezza pedonale. Riteniamo indispensabile organizzare posti di blocco fissi nelle aree più affollate della città e procedere con il sequestro immediato degli scooter a tutela dell’incolumità dei passanti e dell’immagine della città”. Lo hanno dichiarato il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli e il consigliere comunale del Sole che Ride, Marco Gaudini.

La sfida delle #babygang alle istituzioni fuori Palazzo San Giacomo

Pubblicato da Francesco Emilio Borrelli su Sabato 24 novembre 2018

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments