NAPOLI – Temperature in calo, pioggia, grandine e addirittura la neve nella zona collinare di Napoli. Prosegue con forza l’ondata di maltempo che oggi, secondo al Protezione Civile è da bollino giallo.

Un forte temporale si è abbatuto su Napoli dalle 10 con forti rovesci nella zona Nord e addirittura la neve nella zona ospedaliera della città. Imbiancata la collina dei Camaldoli tra il Monaldi e il Cotugno.

La Protezione civile della Regione Campania ha emanato un avviso di allerta meteo valevole fino alle 10 di mercoledì, in particolare su Napoli e l’intera fascia costiera dalla piana campana fino al Cilento.

“L’ondata di maltempo che sta investendo Napoli e provincia continua a produrre danni. Le forte piogge delle ultime ore, che si sono tramutate in nevischio e grandine in alcune aree della zona collinare, stanno provocando allagamenti e disagi di vario tipo.

Alcune scuole, come ad esempio il plesso Zanfagna di Fuorigrotta, stanno patendo i danni delle infiltrazioni delle acque meteoriche, con gocciolii nelle aule che hanno costretto il personale a industriarsi con contromisure di fortuna come secchi e bacinelle. Purtroppo tali danni sono inevitabili alla luce della mancanza di manutenzione del sistema fognari, dei canali di scolo e delle caditoie. Anche all’interno dell’ospedale Cardarelli si sono verificati degli allagamenti delle aree esterne che hanno determinato difficoltà nell’accesso per i mezzi di soccorso.

Da anni ripetiamo che è necessario sturare tutti i dispositivi che permettono alle acque meteoriche di affluire nel sistema fognario ma, allo stato attuale, disinteresse e inerzia continuano a farla da padrone”. La denuncia arriva dal consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli.

“Le insufficienze del sistema fognario – prosegue Borrelli – provocano tra l’altro delle infiltrazioni che rendono a rischio il fondo stradale. Lungo alcune strade, come ad esempio via Diocleziano, si sono creati degli inquietanti avvallamenti. Purtroppo il maltempo sta presentando il conto delle carenze nella manutenzione e ai cambiamenti climatici in atto.

Per gli enti locali è arrivato il momento di impegnarsi per eliminare le criticità attraverso una programmazione degli interventi manutentivi per evitare che i disagi di questi giorni diventino la normalità”.

Di seguito il link al video:

Grandine e nevischio a Cappella Cangiani

Pubblicato da Francesco Emilio Borrelli su Martedì 19 novembre 2019

“Alcuni residenti di Riva Fiorita ci hanno segnalato le condizioni del camminamento adiacente il tratto di mare, semidistrutto a causa del maltempo degli ultimi giorni. Le mareggiate lo hanno fortemente danneggiato, lasciando frammenti ovunque. Una situazione pericolosa. Qualora il mare dovesse nuovamente invadere il camminamento, potrebbe scaraventare tali frammenti contro le automobili o addirittura verso le abitazioni. Occorre dunque che il Comune di Napoli intervenga al più presto per rimuovere il pericolo”. Lo rendono noto il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli e il consigliere del Sole che Ride alla I Municipalità Gianni Caselli. “Purtroppo – proseguono Borrelli e Caselli – quel tratto è in condizioni precarie da anni e non è mai stato manutenuto. Un’inerzia che non possiamo più permetterci. I cambiamenti climatici impongono un cambio di registro, occorre tenere in sicurezza ogni elemento alla luce dei temporali che diventano sempre più forti e pericolosi, così come le mareggiate”.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments