NAPOLI – Questa notte i Carabinieri della compagnia Napoli Centro hanno effettuato un servizio a largo raggio nel quartiere Chiaia e nel centro storico.

A finire in manette un 32enne e una 25enne già noti alle forze dell’ordine**. I militari del nucleo operativo – allertati e “guidati” dalla centrale del comando provinciale – sono intervenuti a via Rampe Brancaccio negli uffici di un’azienda che si occupa di riparazione ascensori bloccando i 2. L’uomo e la donna erano riusciti ad entrare all’interno dei locali e avevano preso un portafogli di uno dei dipendenti con all’interno un centinaio di euro.

Bloccati, i carabinieri hanno avviato le indagini appurando che i 2 erano in possesso di una fiat 500 con all’interno alcune carte di credito e diversa merce di valore. Auto e carte di credito erano state rubate in un furto d’abitazione avvenuto lo scorso 12 aprile al Corso Garibaldi. Ignoti avevano narcotizzato la proprietaria che stava riposando rubando così diversa merce e le chiavi del veicolo.

Nella 500 anche altri documenti, oggetti e valori provento di diversi furti sui quali sono in corso indagini dei Carabinieri per risalire ai legittimi proprietari.

Gli arrestati, trasferiti nei carceri di Poggioreale e Pozzuoli, sono in attesa di giudizio e dovranno rispondere di furto aggravato e ricettazione.

 

Durante il servizio a largo raggio i militari hanno denunciato 2 parcheggiatori abusivi che sono stati ripetutamente sopresi a via Imbriani e in via dei Mille.

Denunciati un 49enne napoletano che era in strada nonostante fosse sottoposto alla misura degli arresti domiciliari nella propria abitazione del centro storico e un 21enne beccato alla guida senza aver mai conseguito la patente con recidiva nel biennio.

Controlli anche al codice della strada con 12 sanzioni e 2 ragazzi denunciati. I 2 centauri – un 20enne e un 19enne incensurati – sono stati sorpresi mentre erano a bordo dei propri scooter. Le targhe erano state coperteper poter accedere nell’area a traffico limitato di Chiaia.

Non sono mancati i controlli agli esercizi commerciali effettuati con il personale dell’Asl Napoli 1. Denunciato per furto di corrente elettrica il proprietario di un negozio di via San Liborio e sanzionato il titolare di una gelateria di via Imbriani per gravi carenze igienico sanitarie. Il locale è stato chiuso con le relative prescrizioni mentre sono stati sequestrati 2 chili di prodotti alimentari non tracciati.

** I nomi dei 2 arrestati:

–       Lamin CAMARA, nato in Gambia il 01.08.1990

–       Silvia Angelina OGBE, nata a Carpi (Mo) il 12.11.1998

 

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments