NAPOLI – Pochi giorni fa aveva provato a ingoiare della cocaina per sfuggire all’arresto e aveva anche morso le dita del carabiniere intervenuto per fermarlo. Un tentativo pericoloso e risultato inutile dato che il 35enne fu arrestato comunque per detenzione di droga a fini di spaccio e resistenza e violenza a pubblico ufficiale. Oggi l’uomo, si tratta di Giuseppe Rinaldi*, è tornato in carcere proprio per quell’arresto. I carabinieri del nucleo operativo Napoli Stella, infatti, hanno rintracciato il 35enne e su disposizione della Corte di Appello di Napoli lo hanno trasferito nel carcere di Poggioreale.

L’arresto è avvenuto durante un servizio ad alto impatto voluto dal comando provinciale di Napoli e effettuato dai Carabinieri della Stella insieme ai militari del reggimento Campania che hanno setacciato piazza Garibaldi e le zone limitrofe.

Durante le operazioni i militari hanno denunciato per evasione una 50enne e un 31enne del posto. Parliamo di 2 distinti episodi: la donna – sottoposta alla misura degli arresti domiciliari – non è stata trovata in casa mentre l’uomo è stato sorpreso con un coltello a scatto e due dosi di crack. Droga e arma da 15 centimetri sono stati sequestrati.

Continua anche il contrasto al fenomeno del parcheggiatore abusivo con un 50enne beccato a via Serio e denunciato.

Controlli anche da parte dei Carabinieri del Nas che hanno chiuso un’attività commerciale etnica a via Mancini. Gravi le carenze strutturali accertate e contestate al titolare del negozio.

Non sono mancate le sanzioni al codice della strada da parte del nucleo radiomobile di Napoli per un totale di 17mila euro.

*GIUSEPPE RINALDI, NATO A NAPOLI IL 07/04/1987

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments