CAIVANO – Questa mattina il Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri, Generale di Corpo d’Armata Teo Luzi ha raggiunto le province di Napoli e Caserta per una visita istituzionale, accompagnato dal Comandante Interregionale “Ogaden”, Generale di Corpo d’Armata Andrea Rispoli.
Prima tappa la Scuola Militare Nunziatella di Napoli, luogo di formazione per centinaia di ragazzi e ragazze di tutta Italia, fucina di tanti Ufficiali dell’Arma dei Carabinieri. Ad accoglierlo il Comandante del “Rosso Maniero” Colonnello Giuseppe Stellato.
Resi gli onori alla bandiera della Nunziatella, decorata della Croce d’Oro al Merito dell’Arma dei Carabinieri, il Comandante Generale ha raggiunto la sede del Gruppo Carabinieri di Castello di Cisterna. Accolto dal comandante della Legione Campania, dal comandante Provinciale dei Carabinieri di Napoli, Generale di Brigata Enrico Scandone e dal comandante di quel Reparto, Tenente Colonnello Nicola De Tullio, il Generale Luzi ha rivolto un sentito ringraziamento a tutti i Carabinieri impegnati nel difficile territorio a nord di Napoli.
Un particolare plauso è stato espresso per la professionalità e l’abnegazione quotidianamente profusi nello svolgimento del servizio, con passione ed entusiasmo, e per gli importanti risultati ottenuti nell’azione di prevenzione e repressione dell’illegalità, in ogni sua forma, sia nel contrasto alla Camorra che alla criminalità comune. All’incontro erano presenti anche le delegazioni dell’Associazioni Nazionali Forestali e Carabinieri in congedo.

““Sentito ringraziamento per i sacrifici che ogni giorno fate in una realtà difficile come questa. Sacrifici che fanno anche le vostre famiglie, che vi prego di ringraziare. Il vostro è un lavoro importante perché non siete solo uno scudo contro la criminalità ma un collante sociale. La vostra è una posizione preminente e in un momento storico di crisi economica, dovete rappresentare un esempio. La gente ci guarda come un riferimento. Fate in modo che il vostro prestigio sia alimentato nel tempo, specie in uno scenario incerto dove domina preoccupazione e timore per il futuro.
Lavorate sempre con sacrificio ed entusiasmo e sarete ripagati dalla considerazione della gente.”

Terminata la visita, ha raggiunto la sede del Comando Provinciale Carabinieri di Caserta, dove ricevuto dal Comandante, Colonello Manuel Scarso, ha incontrato una rappresentanza di militari in servizio presso i vari reparti, tra i quali, anche quelli dell’Organizzazione Speciale che operano nella provincia. La circostanza è stata l’occasione per un approfondimento sulle tematiche caratterizzanti il territorio e per un confronto diretto e aperto con il personale di ogni grado, al quale il Gen. Luzi ha espresso l’apprezzamento per l’impegno profuso e i risultati ottenuti. Il massimo vertice dell’Arma ha voluto, in particolare, complimentarsi per l’azione corale sviluppata nel contrasto alla micro e macro criminalità e si è soffermato sull’importante ruolo svolto dalle Stazioni, presidi di democrazia e di vicinanza alla cittadinanza. All’incontro erano presenti anche le delegazioni dell’Associazioni Nazionali Forestali e Carabinieri in congedo, con a capo l’Ispettore Regionale ANC, Gen. C.A. Domenico Cagnazzo. Il Gen. Luzi ha quindi sottolineato l’importante ruolo sociale che le due associazioni svolgono a sostegno delle collettività.

Infine, prima di fare rientro a Roma, il Generale Teo Luzi ha visitato la neo-istituita Compagnia Carabinieri di Caivano. A fare gli onori di casa il Capitano Antonio Maria Cavallo.

Il Generale Luzi durante la visita:
“Il vostro è un lavoro delicatissimo. Ricoprite il ruolo di scudo protettivo nei confronti della collettività. Offrite con la vostra presenza, specie in realtà difficili come questa, un’avamposto di legalità. Un compito di rassicurazione sociale.
E la presenza di un simile presidio non è solo lotta alla criminalità comune e organizzata. Perché il cittadino ha bisogno di essere ascoltato, compreso. La popolazione vuole attivismo. Il ragazzino in difficoltà ha bisogno di essere ascoltato, la donna maltrattata ha bisogno di sostegno. La vostra è una missione su più fronti, ora che viviamo una crisi latente. In un periodo che segue una grave pandemia.
Siate sempre protagonisti, in positivo. Protagonisti per il paese. E siate soddisfatti di esserlo. “

Presente anche una delegazione di insegnanti e studenti dell’Istituto Superiore “Francesco Morano”, in prima linea, insieme all’Arma dei Carabinieri, nell’affermazione sul territorio dei princìpi di legalità. Numerose le iniziative svolte in concerto con i Carabinieri, nella tutela dell’ambiente nella promozione dello sport come strumento di inclusione e socialità. E proprio nella palestra del Morano, la prossima settimana, i campioni del centro sportivo dei Carabinieri terranno agli studenti una serie di corsi di pugilato.
Durante l’incontro il Comandante Generale ha evidenziato l’importanza del lavoro svolto quotidianamente al fianco del cittadino, uno dei pilastri fondanti dell’attività secolare dell’Arma dei Carabinieri.
La visita è terminata con uno scatto fotografico richiesto al Comandante dagli studenti del Morano per confermare stima e vicinanza delle istituzioni nei confronti dell’Arma dei Carabinieri.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments