NAPOLI – “Abbiamo ricevuto la segnalazione dell’ennesimo investimento sulle strisce pedonali accaduto stavolta in Corso Garibaldi sabato sera. Un turista, in compagnia di moglie e figlio, è stato centrato in pieno da un’automobile mentre cercava di attraversare da un lato all’altro della strada. Sul posto sono intervenuti gli agenti della Polizia di Stato e un’autoambulanza che ha soccorso il ferito. Ci troviamo evidentemente di fronte a una vera e propria emergenza che purtroppo ha fatto registrare, dal mese di settembre ad oggi, già diverse vittime dei pirati della strada. Ricordo Elvira Zibra uccisa da un centauro che impennava a via Caracciolo, l’ingegnere Iazzetta travolto e ucciso mentre attraversava sulle strisce a Piazza Sannazaro, Alessandra Navarra che ha perso la vita attraversando sempre sulle strisce a Piedigrotta e il piccolo Christian che ha perso la vita mentre era sul marciapiede con la mamma quando un’auto gli è piombata addosso. Contro questa deriva inaccettabile serve un piano capillare dedicato a individuare e fermare i tanti automobilisti e motociclisti che conducono i loro mezzi con assoluta irresponsabilità e, soprattutto, servono condanne esemplari per chi provoca la morte altrui a causa di queste condotte. L’impunità, di certo, non aiuta ad arginare un fenomeno che diventa sempre più preoccupante. I limiti della segnaletica sono altrettanto evidenti, per questo chiediamo la realizzazione di dossi e dissuasori di velocità nelle principali arterie della città, lì dove il pericolo è maggiore a causa della velocità sostenuta dei veicoli e della frequenza di passaggio pedonale”. Questo il commento del deputato di Alleanza Verdi – Sinistra, Francesco Emilio Borrelli, che ha ricevuto la segnalazione dell’episodio da un testimone.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments