polizia-municipale-3-1024x682

NAPOLI – L’ultima di serie A, prima della sosta per il mondiale in Qatar, non ha portato novità né in cima alla classifica, con il Napoli che ha continuato a vincere, né in quello che accade tutto attorno ai match a Fuorigrotta dove la civiltà e la legalità hanno continuato a “perdere”.

Il fenomeno della sosta selvaggia gestita dagli abusivi continua ad essere una presenza ingombrante: da via Cintia a Piazzale D’Annunzio, il quartiere diventa un enorme parcheggio abusivo.

Durante Napoli-Udinese sono stati 87 i veicoli rimossi. I parcheggiatori abusivi “pizzicati” nei dintorni del Maradona ne sono stati 22.

I controlli sono stati svolti dalla Polizia di Stato e dalla Polizia Locale e si inquadrano nel piano di servizi predisposti dalla Questura e che abbracciano diversi aspetti, tutti direttamente o meno collegati agli eventi che si svolgono al Maradona: pattugliamenti del territorio, sosta selvaggia, parcheggiatori abusivi ma anche violazioni al Codice della Strada (ne sono state contestate 173 e sono stati contravvenzionati 30 motoveicoli parcheggiati in sosta vietata).

“Si sa quello che avviene, si sa che nonostante gli interventi la volta successiva si partirà da capo. Eppure si va avanti con la stessa strategia. ‘Non possiamo pretendere che le cose cambino, se continuiamo a fare le stesse cose’ –diceva Albert Einstein ma qui si sta facendo proprio questo. Ora serve un giro di vite importante su questo fenomeno e per farlo bisogna cominciare a modificare le normative. I parcheggiatori abusivi, molto spesso uomini al soldo dei clan, si stanno mangiando la città. Togliamogliela dalle mani. ”-le parole del Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments