NAPOLI – Napoli, troppo spesso è accostata a violenza, camorra, degrado ed inciviltà ma la città alle pendici del Vesuvio sa essere, soprattutto, terra di solidarietà e sensibilità.

Lo sanno bene gli studenti del Liceo Artistico Statale di Napoli che hanno deciso di organizzare un flashmob “on-line” in solidarietà della ragazza 17enne accoltellata a Piazza del Plebiscito dal suo ex fidanzato per aver messo fine alla loro relazione.

“Quando abbiamo saputo che l’aggressore era un ragazzo della nostra scuola ci siamo rimasti davvero male, non ce lo aspettavamo. Il nostro istituto è da sempre una realtà ben lontana dalla violenza e da atti simili e per dimostrarlo abbiamo ideato un’iniziativa per manifestare la nostra solidarietà alla ragazza aggredita e per dire no alla violenza, soprattutto alle violenze sulle donne. Si tratta di un flashmob on line che prevedrà la pubblicazione sulle piattaforme social di un collage di foto degli studenti del liceo che porteranno sul viso il segno rosso, simbolo della lotta alla violenza contro il genere femminile. Ora stiamo raccogliendo le foto che ci stanno inviando, quando avremo terminato il collage il flashmob potrà partire. “- racconta Francesco Rosa uno degli studenti rappresentanti d’istituto e tra gli ideatori dell’iniziativa che ha contattato il Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli mettendolo al corrente delle intenzioni degli studenti.

“Condivideremo, appoggeremo e diffonderemo questa iniziativa perché lo sdegno per la violenza, che dilaga sempre più, va gridato a squarciagola. Siamo contenti che questi messaggi partano proprio dai giovani perché per combattere la mentalità della violenza occorre una riforma, una rivoluzione, culturale e sociale che deve avere origine proprie nelle nuove generazioni. Ci aspettiamo che altri studenti di altri istituti possano unirsi a questa iniziativa.”- hanno commentato il Consigliere Borrelli ed il conduttore radiofonico Gianni Simioli.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments