NAPOLI – A due passi da Palazzo San Giacomo, dove risiede l’amministrazione comunale napoletana, vanno da anni di scena degrado ed inciviltà sotto forma di brand di livello mondiale.

Infatti Piazza Municipio ogni sera, soprattutto nei week-end, si trasforma in un immondezzaio colmo di cartacce, confezioni vuote o semi-vuote, contenitori di plastica e buste provenienti dal McDonald’s. I clienti serali e notturni del noto fast-food sono per lo più adolescenti che, dopo aver consumato i frugali pasti unti e gocciolanti su panchine all’aperto, abbandonano i contenitori per terra o lasciano che cadano dai cestini di rifiuti traboccanti di carta sporche ed unte. 

“Mi sono ritrovato a passare a Piazza Municipio, quello che dovrebbe essere il salotto della nostra città è diventato oramai la discarica di una multinazionale. È questa l’idea di progresso che abbiamo per Napoli? Mi sa che c’è qualcosa da rivedere. Meritiamo rispetto.”- ha scritto un cittadino al deputato dell’alleanza Verdi-Sinistra Francesco Emilio Borrelli. 

“È un fenomeno che denunciamo da anni e che purtroppo non si verifica soltanto qui. Per forza di cose, quindi, dobbiamo credere che questi fast-food richiamano a loro molti incivili che non hanno la benché minima idea di come comportarsi ed avere rispetto per i luoghi pubblici, la propria città e gli altri.  Non si può fare altrimenti che monitorare le zone dove sono presenti questi punti vendita visto che la situazione è precipitata. Infatti assieme al degrado e all’inciviltà oramai aggregano anche violenza e criminalità. Gli ultimi episodi di risse e accoltellamenti avvenuti proprio nei pressi di queste realtà ne sono la triste dimostrazione, Inoltre direttori e gestori dei fast-food devono essere messi di fronte alla loro responsabilità. Se i consumatori dei loro prodotti insudiciano ed insozzano tutto, devono intervenire e gestire meglio la situazione casomai impedendo l’asporto fuori dal locale. Poi si può pensare di far trovare un accordo tra le catene e chi gestisce la nettezza urbana per installare più cestini e di dimensioni maggiori ma bisogna prima contrastare la mentalità incivile.”- queste le parole di Borrelli.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments